facebook rss

Scontri dopo Ancona Matelica – Reggiana:
emessi due Daspo

ANCONA - Due tifosi 20enni non potranno accedere alle manifestazioni sportive per 2 anni
Print Friendly, PDF & Email

Tifosi allo stadio (Foto d’Archivio)

Sono due i Daspo firmati dal questore, ed elaborati dalla Divisione Anticrimine dorica, di divieto di accesso ai luoghi del territorio nazionale, dove si svolgono tutte le manifestazioni sportive di calcio di qualsiasi categoria, organizzate dalle federazioni sportive e dagli enti e organizzazioni riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale italiano, compresa la squadra nazionale di calcio.
Ad essere stati colpiti dal provvedimento, due tifosi dell’Ancona-Matelica, entrambi 20enni, residenti ad Ancona.
Durante l’incontro Ancona Matelica – Reggiana, disputatosi lo scorso 27 febbraio, sono stati ritenuti responsabili di condotte pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Durante la fase del deflusso, insieme ad altri, avevano tentato di avvicinare i tifosi ospiti nell’area del parcheggio dedicata a loro, cercando di forzare il cordone di sicurezza formato dalle Forze dell’Ordine per impedire il contatto tra le tifoserie.
Con il volto coperto, uno aveva preso una transenna e l’altro impugnava una cinta.
Grazie alle immagini registrate, i due sono stati successivamente identificati e denunciati. Non potranno accedere alle manifestazioni sportive per 2 anni.
Con questi ulteriori provvedimenti salgono a 14 i Daspo sportivi disposti dal questore di Ancona, su istruttoria della Divisione Anticrimine, diretta da Marina Pepe, dall’inizio del Campionato Nazionale Lega Pro, Girone B, conclusosi lo scorso 1 maggio.
Precedentemente, sempre alla fine dello stesso incontro, altri 3 tifosi erano stati denunciati dalla polizia a seguito dei tafferugli.

Tafferugli post Ancona Matelica-Reggiana: denunciati tre tifosi dorici

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X