facebook rss

L’anconetano Strappati
suona sulla tomba di Bach

IL MUSICISTA si è esibito con la tuba a Lipsia
Print Friendly, PDF & Email

Strappati sulla tomba di Bach

 

Il concertista anconetano Gianmario Strappati si è esibito sulla tomba di J. S. Bach nella monumentale ThomasKirche di Lipsia proponendo per la prima volta in assoluto l’esecuzione della II Suite BWV 1008 in Re minore per tuba sola, opera del “Padre della Musica”. L’ evento, organizzato dall’associazione italiani a Lipsia e. V. in collaborazione con la ThomasKirche ha avuto il privilegio della partecipazione di eminenti figure del panorama artistico – culturale, tra le quali la direttrice del Bachmuseum di Lipsia, Kerstin Wiese. L’emozionante interpretazione delle sei parti dell’opera di J. S. Bach, hanno evidenziato l’eccezionale musicalità e personalità del solista, tra i più importanti a livello internazionale. Le opere di Bach e Paganini, trascritte e pubblicate dallo stesso Strappati sono state poi presentate (con la partecipazione della dott.ssa Laura Solla), alla Biblioteca italiana di Lipsia e sono a disposizione di musicisti, concertisti e studenti di Bassotuba a Lipsia e in Sassonia. Per il concertista dorico Gianmario Strappati, ambasciatore di Missioni Don Bosco per la musica nel mondo e docente di bassotuba presso il Conservatorio G. Verdi di Ravenna, continua la tourneè in Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X