facebook rss

Asp Ambito 9 e bandi Pnrr,
finanziamenti per 4,6 milioni

JESI - I sei progetti accolti permetteranno investimenti in tutta la provincia di Ancona, dato che diversi sono stati presentati insieme agli altri Ambiti sociali. La presidente Schiavoni sottolinea «la competenza e professionalità della struttura e l’attenta programmazione»
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha approvato 6 progetti su 7 presentati dall’Asp Ambito 9 di Jesi relativi al Pnrr. Anche il settimo è stato dichiarato idoneo ed il Ministero ha confermato la disponibilità a finanziarlo successivamente a valere su una nuova programmazione. I sei progetti presentati permetteranno investimenti per 4,6 milioni di euro in tutta la provincia di Ancona, dato che diversi progetti – quasi tutti con l’Asp quale soggetto capofila – sono stati presentati insieme agli altri Ambiti sociali.

In ordine di finanziamento, sono pari a 2,4 milioni le risorse assegnate per il progetto legato all’autonomia degli anziani non autosufficienti, volto sia a realizzare piccoli alloggi per il mantenimento e l’assistenza, sia ad attivare servizi domiciliari ma anche di domotica come la teleassistenza o il telesoccorso. Altri 715 mila euro sono destinati ad alloggi per favorire l’autonomia abitativa di persone con disabilità. Attive a Jesi già tre di queste strutture, altrettante si conta di realizzarne in Vallesina. Con 710 mila euro si realizzeranno invece alloggi temporanei per senza fissa dimora, anche in questo caso dimensionati per gruppi da due a quattro persone al massimo, inserite anche in un progetto di inclusione sociale.

Gianfranca Schiavoni

Gli altri tre progetti finanziano invece attività: 211 mila euro per azioni di supporto alle famiglie al fine di prevenire il collocamento in comunità educative di figli che si trovano in situazioni a rischio; 330 mila euro per potenziare i servizi di assistenza domiciliare a quegli anziani che rientrano a casa dopo essere stati dimessi dall’ospedale; infine altri 210 mila euro per l’attività di supervisione da parte di figure professionali specializzate circa l’attività svolta delle assistenti sociali della provincia. «Sono molto soddisfatta – ha sottolineato la presidente dell’Asp, Gianfranca Schiavoni – perché l’Asp ha dimostrato di essere immediatamente reattiva ad approfittare del Pnrr, portando a casa ingenti risorse per sviluppare progetti che potenzieranno l’assistenza dei più fragili e permetteranno di offrire nuovi servizi al territorio. Voglio sottolineare che l’Asp è tra i primi aggiudicatari dei bandi, a sottolineare la competenza e professionalità della struttura e l’attenta programmazione. Complimenti a tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X