facebook rss

Raddoppio ferroviario Orte-Falconara:
alla stazione di Serra San Quirico
si valuta sottopasso al posto del viadotto

FABRIANO - Proseguono gli incontri di 'Dibattito Pubblico' per migliorare il progetto di potenziamento della linea adriatica. Alla biblioteca multimediale Sassi si è discusso anche delle possibili varianti alternative proposte per salvaguardare gli edifici storici che il tracciato incontrerebbe e si è parlato del destino delle attività commerciali a La Cuna.
Print Friendly, PDF & Email

 

Alternative di tracciato, tutela del paesaggio e viabilità: questi i temi principali dei tre incontri di approfondimento che si sono tenuti, nella giornata di mercoledì e giovedì, presso la Biblioteca Multimediale ‘Romualdo Sassi a Fabriano’. Dopo un incontro tecnico con i rappresentanti della Regione, Provincia e Comune svoltosi nella mattinata di mercoledì, il ‘Dibattito Pubblico’, la rassegna di riunioni informative sul progetto, è proseguito nel pomeriggio con il primo incontro di approfondimento dedicato alle alternative di tracciato e all’analisi costi-benefici. Focus dell’incontro, l’analisi della proposta di variante di tracciato avanzata dal Comune di Serra San Quirico, sulla quale Rfi – Rete Ferroviaria Italiana ha espresso le proprie considerazioni, sottolineandone le criticità a livello principalmente idraulico.

Giovedì giornata più ricca, con un incontro di approfondimento sui temi ambientali e paesaggistici la mattina e un altro il pomeriggio su cantieristica, viabilità ed espropri. Grande attenzione per la questione barriere antirumore e sovrappassi: forte infatti la richiesta, da parte della cittadinanza, di valutare la sostituzione del viadotto ad ora previsto presso la stazione di Serra San Quirico con un sottopassaggio, opzione che preserverebbe il patrimonio ambientale e paesaggistico della zona. Tema centrale del pomeriggio invece la viabilità primaria e secondaria e le aree di cantiere: con Rfi, si è discusso delle possibili varianti alternative proposte per salvaguardare gli edifici storici che il tracciato incontrerebbe e si è parlato del destino delle attività commerciali a La Cuna. Affrontato anche l’argomento espropri dal punto di vista procedurale e tecnico: Rfi ha chiarito insieme ai quasi quaranta partecipanti tutti i dettagli necessari per gestire il processo insieme alle istituzioni competenti.

«Approfondire ogni aspetto dell’opera con il territorio, raccogliendo istanze e osservazioni è il principale scopo di ogni Dibattito Pubblico. – Ha commentato il Coordinatore del Dibattito Pubblico Alberto Cena. – Gli incontri di approfondimento nascono esattamente con questo obiettivo: per andare al cuore delle questioni e affrontarle in ogni loro sfaccettatura con i cittadini, con le istituzioni e con i comitati che sono direttamente coinvolti dal progetto». Il calendario di incontri del ‘Dibattito Pubblico’ si concluderà con la presentazione della Relazione Conclusiva, l’8 giugno alle 17 nella Biblioteca Multimediale ‘Sassi’ a Fabriano (info. su come partecipare al ‘Dibattito Pubblico’ è possibile visitare il sito web dedicato https://www.dportefalconara.it).

 

Raddoppio ‘Orte-Falconara’: sopralluogo a Serra San Quirico

Cantiere raddoppio ferroviario: «Servono tutele per i commercianti de La Cuna di Genga»

Raddoppio della ‘Orte-Falconara’, sopralluoghi con imprenditori e residenti per valutare le ricadute del cantiere

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X