facebook rss

Raddoppio della ‘Orte-Falconara’,
sopralluoghi con imprenditori e residenti
per valutare le ricadute del cantiere

GENGA – Si sono svolti mercoledì nella frazione di Palombare per analizzare l’impatto dei lavori sulla viabilità e a La Cuna per soppesare come il rifacimento dell'intera stazione ferroviaria possa tutelare il sito turistico delle Grotte di Frasassi. Tra le ipotesi al vaglio anche la riallocazione delle attività commerciali che sorgono nelle vicinanze dell'ingresso del percorso ipogeo
Print Friendly, PDF & Email

 

Al via nella sala consiliare di Genga il primo incontro informativo del ‘Dibattito Pubblico’ sul raddoppio della ferrovia Orte-Falconara. Aperto a tutti i cittadini, l’incontro- fa sapere un comunicato ufficiale – è stato occasione per presentare il progetto di Rfi- Rete Ferroviaria Italiana al territorio del Comune di Genga e per approfondire le principali istanze emerse durante i sopralluoghi tecnici svoltisi nella giornata di ieri. Dopo un’iniziale fase introduttiva, affidata al coordinatore del ‘Dibattito Pubblico’ Alberto Cena, è seguito il saluto del sindaco del Comune di Genga Marco Filipponi e la presentazione dell’opera da parte dei tecnici Italferr – comprensiva dell’illustrazione dell’analisi delle alternative di tracciato effettuata per individuare il tracciato sottoposto a dibattito e dei benefici socio-economici per il territorio di Genga. Il dibattito si è successivamente focalizzato sulle ricadute della cantierizzazione a La Cuna e Palombare. Palombare e La Cuna sono i due siti visitati mercoledì dal coordinatore del Dibattito Pubblico Alberto Cena, che ha approfondito in loco, insieme ai cittadini, alle istituzioni del territorio e ai comitati le osservazioni, le proposte e le criticità relative al tracciato proposto da Rfi. Hanno presenziato anche i tecnici Rfi-Italferr, che si sono resi disponibili ad analizzare il tracciato insieme ai cittadini.

Nella frazione di Genga, gli abitanti hanno segnalato le molteplici possibili ricadute della fase di cantierizzazione dell’opera sulla viabilità. A La Cuna, invece, dove è previsto il rifacimento complessivo dell’intera stazione con l’obiettivo di ridurre il traffico automobilistico per prediligere quello ferroviario e tutelare così il sito turistico ambientale delle Grotte di Frasassi, gli imprenditori hanno sottolineato che la realizzazione dell’opera potrebbe influenzare la gestione della stagione turistica. Fulcro dell’incontro anche le ipotesi di riallocazione delle attività commerciali che sorgono nei pressi della zona d’ingresso alle Grotte. «I sopralluoghi si sono dimostrati fondamentali per raccogliere in modo approfondito e dettagliato le istanze della cittadinanza coinvolta. – commenta nella nota Alberto Cena – Sono sempre le osservazioni del territorio a orientare il percorso del Dibattito Pubblico e così è stato anche questa volta: oltre a presentare il progetto, nell’incontro di ieri pomeriggio abbiamo avuto la possibilità di discutere con i cittadini delle questioni che loro ritengono centrali, cominciando già da subito ad approfondire criticità e opportunità di miglioramento».

L’incontro informativo si è concluso dando ampio spazio alle domande dei partecipanti: quasi 100 tra presenti e collegati da remoto. Il calendario di incontri del dibattito pubblico proseguirà con il secondo incontro informativo dedicato ai cittadini del Comune di Serra San. Quirico che si terrà il prossimo 12 maggio alle ore 17, nella Parrocchia di S. Maria del Mercato (per info. visitare il sito web dedicato https://www.dportefalconara.it).

Alberto Cena

 

Orte-Falconara, entro il 2026 il raddoppio della tratta ferroviaria Genga-Serra San Quirico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X