facebook rss

Sicurezza: Sirolo investe
sulla prevenzione stradale, a Senigallia
taser in dotazione alle forze di polizia

L'ESTATE è già iniziata, bagnanti e turisti cominciano ad affollare le spiagge e lungo la Sp 1 sono stati rafforzati i servizi di controllo per limitare gli incidenti. Ieri sono stati multati 12 conducenti per una serie di violazione al Codice della Strada. Da domani invece sulla Spiaggia di Velluto sarà introdotto l'uso della pistola a impulsi elettrici
Print Friendly, PDF & Email

I controlli stradali sulla Sp1 sul territorio di Sirolo

 

 

Quest’anno scommettono davvero sul tutto esaurito la Riviera del Conero e la Spiaggia di Velluto dopo i due anni di pandemia. Con un occhio attento a tutti gli aspetti del quotidiano, per una ripresa turistica che garantisca divertimento ma anche sicurezza a chi sceglie di trascorrere le vacanze sulla costa adriatica. La fotografia scattata nel ponte del 2 Giugno sulle spiagge della Provincia di Ancona, lascia sperare in una estate 2022 con il ritorno alla piena normalità e con boom di prenotazioni attivate anche dall’estero.

Il Comune di Sirolo, in particolare è impegnato anche nella prevenzione stradale per scongiurare gli incidenti mortali nel periodo estivo lungo la Strada Provinciale 1 del Conero, che in passato hanno  spesso coinvolto soprattutto i  motociclisti. Ieri sono entrate nella fase operativa le intese coordinate da Prefettura con le forze dell’ordine, nel corso del Comitato per l’ordine e la Sicurezza pubblica allargato ai sindaci, organizzato nelle scorse settimane dalla Prefettura, è stata accolta la richiesta formalizzata dai Comuni di Ancona e di Sirolo, sotto la cui giurisdizione  ricade la cosiddetta ‘Strada del Monte Conero’.  Il prefetto di Ancona Darco Pellos ha chiesto di attuare e potenziare i servizi di polizia stradale lungo la Sp 1  e il questore di Ancona, Cesare Capocasa, e la dirigente della sezione della Polizia Stradale di Ancona, Monica Grazioso, hanno coordinato la pianificazione dei servizi preventivi, espletati con l’impiego di dispositivi mobili di rilevazione della velocità.  Da ieri, sabato 4 giugno, gli agenti della Stradale di Ancona, della Polizia provinciale e della Polizia locale,  hanno cominciato ad essere operativi in diversi tratti della Ptovinciale.

«Sono state controllate diverse decine di veicoli, fra cui motoveicoli, e multati 12 conducenti per la violazione di uno dei seguenti articoli del Codice della strada: revisione scaduta, mancato possesso dei documenti di circolazione o di guida, velocità non adeguata, alterazione di dispositivi e mancanza della copertura assicurativa – ricorda il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella – Finalmente dopo tante notizie riguardanti i comportamenti scorretti di alcuni motociclisti, che mettono a repentaglio la propria vita, quella dei conducenti di auto e biciclette e quella dei pedoni che camminano lungo la strada per raggiungere i sentieri del Monte Conero, con la sinergia delle forze dell’ordine il fenomeno negativo sarà monitorato seriamente per la tutela della pubblica incolumità. Oggi – chiude il sindaco che ringrazia la Prefettura, la Questura, la Polizia stradale e quella provinciale per le risorse dedicate al progetto – dopo tante parole è arrivato il momento del fare. Ovviamente, i servizi di controllo proseguiranno per tutta l’estate, quando è maggiore il traffico veicolare e la presenza di turisti».

Polizia con il taser in dotazione

Anche sulla Spiaggia di Velluto si fa già sentire l’estate, tra sole e mare, caldo e presenze turistiche da record. Da domani per garantire sicurezza a 360 gradi, con azioni di prevenzione, le forze dell’ordine di Senigallia saranno dotate di un nuovo strumento, il Taser (Thomas A.Swift’s Electronic Rifle). La pistola a impulsi elettrici dopo essere stata introdotta ad Ancona, nella nostra regione arriverà oltre che a Senigallia in contemporanea  a Fermo, Urbino e Civitanova Marche. «A partire da lunedì 6 giugno, – ha spiegato all’Ansa il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni – saranno 139 le città italiane, da nord a sud, in cui la pistola a impulsi elettrici sarà operativa. Per affrontare in maniera efficace l’evoluzione delle minacce alla sicurezza è necessario aggiornare costantemente gli strumenti messi in campo, e il taser risponde all’esigenza di offrire a Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza uno strumento in più a tutela dell’incolumità degli operatori di pubblica sicurezza e dei cittadini».

foto d’archivio

«Nelle ultime settimane – ha proseguito Molteni -, ossia da quando è entrato nel vivo il cronoprogramma che sta portando l’arma nelle dotazioni effettive di donne e uomini in divisa in tutta Italia, si sta confermando l’eccellente potenziale di deterrenza di questo strumento. Stiamo continuando a lavorare nella consapevolezza che la sicurezza è, al tempo stesso, un bene da tutelare e un servizio da offrire. Di più, dalla sicurezza passano il rilancio del turismo, la ripresa economica e la capacità di attrarre investimenti. Il governo – conclude – è assolutamente consapevole della centralità degli investimenti in sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X