facebook rss

Opere Laiche, dimesso il presidente:
fumata nera per scegliere il successore

LORETO - Dopo la verifica della mancanza del numero legale, ieri è stata data lettura di un documento presentato dai consiglieri Valentina Giorgetti e Alessandro Misiani con cui si invitava il dimissionario Italo Tanoni a tornare indietro sulla sua decisione
Print Friendly, PDF & Email

Italo Tanoni

 

Ha rassegnato le dimissioni nei giorni scorsi dalla carica di presidente delle Opere Laiche di Loreto, Italo Tanoni, manifestando però la volontà di mantenere quella di consigliere. Ieri giovedì 4 agosto i lavori del Cda della Fondazione Opere Laiche Lauretane si sono aperti con la verifica delle presenze consiliari fatta dal direttore generale, l’avvocato Massimiliano Russo. «Dopo la presa d’atto della mancanza del numero legale necessario per l’elezione del nuovo presidente, è stata data lettura di un documento presentato dai consiglieri Valentina Giorgetti e Alessandro Misiani, quest’ultimo assente giustificato alla seduta. – si legge in una nota delle Opere Laiche – Nel documento si dà atto del positivo operato della presidenza Tanoni e nel contempo lo si invita a ritirare le dimissioni, invito già rivolto personalmente dai consiglieri Federico Guazzaroni e Claudio Quattrini. Presente anche il revisore dei conti. Tanoni nella sua breve replica ha ringraziato tutto il Cda assicurando continuità dell’azione amministrativa grazie al prezioso apporto corale del consiglio e del personale della Fondazione. Infine, considerate le varie sollecitazioni di stima e disponibilità Tanoni ha tuttavia mantenuto la volontà di procrastinare nel tempo la decisione di confermare le proprie dimissioni dalla presidenza, pur rimanendo all’interno del consiglio d’amministrazione per garantire la continuità amministrativa e gestionale della medesima Fondazione in piena autonomia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X