facebook rss

‘L’isola che non c’era di Sir Numi’,
progetto educativo per Sirolo e Numana

PEDAGOGIA - E' rivolto agli studenti della scuola primaria, delle medie, ai genitori ed è promosso dai due Comuni in sinergia con la cooperativa ‘Il Faro’ di Macerata e le parrocchie. Il 22 e il 24 novembre sarà illustrato alle famiglie dai sindaci
Print Friendly, PDF & Email

 

L’isola che non c’era di Sir Numi” è il progetto educativo rivolto ai bambini e ai ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado e ai genitori, residenti nei Comuni di Numana e Sirolo. E’ promosso e nasce dalla sinergia tra le due amministrazioni comunali, la cooperativa ‘Il Faro’ di Macerata e le parrocchie dei due Comuni. «Il servizio rappresenta la risposta ad una complessità di bisogni espressi dai giovani e dalle loro famiglie, per offrire loro uno spazio di ascolto, di incontro, di socializzazione e condivisione di esperienze. E’ proprio sulla prevenzione, infatti, che le amministrazioni comunali di Numana e Sirolo intendono intervenire, cogliendo le difficoltà emotive, psicologiche e sociali che interessano un numero significativo di giovani, aggravate dalla pandemia.

«Il progetto educativo che prenderà avvio la prossima settimana prevede sia la creazione di uno spazio compiti, gioco e laboratori per i bambini e i ragazzi, sia incontri di sostegno alla genitorialità, sia gruppi di confronto per genitori. – sottolinea una nota del Comune di Sirolo – Fondamentale la collaborazione di don Michele, parroco di Numana e Sirolo, per aver messo a disposizione i locali della parrocchia e per il sostegno e la promozione dell’iniziativa. Il servizio per i bambini e i ragazzi sarà attivo dal 21 novembre, dalle ore 15 alle ore 18: il lunedì, il mercoledì e il venerdì presso la Biblioteca Comunale di Numana e il martedì e il giovedì presso il Centro Pastorale di Sirolo».

Siro, la mascotte di Sirolo

Minori e famiglie di Numana e Sirolo potranno partecipare a tutte le attività, a prescindere dalla loro residenza. «Lo spazio compiti offre un servizio di affiancamento allo studio, con lo scopo di stimolare il processo di autonomia dei bambini, offrendo spazi e tempi necessari ad apprendere nel migliore dei modi. – prosegue il comunicato – Lo spazio gioco rappresenta un’opportunità per i minori di sperimentare un luogo attrezzato per giocare, conoscere nuovi amici e apprendere gli uni dagli altri, in un contesto ricreativo, rispettoso delle individualità e promotore di cooperazione e solidarietà tra pari. I laboratori consentono, per la loro struttura, di dare maggiore “libertà emotiva”, aiutando il bambino a scoprire i propri gusti e attitudini e a costruire relazioni. Sono previsti anche incontri di sostegno alla genitorialità e gruppi di confronto e dialogo con le famiglie, allo scopo di supportare i genitori nel loro ruolo, di promuovere la consapevolezza dell’importanza di tale compito e di accrescere e rafforzare le competenze educative dei genitori stessi».

Numi, il libro fiaba sull’accoglienza di Numana

Per illustrare il progetto le Amministrazioni comunali di Sirolo e Numana incontreranno la cittadinanza il 22 novembre a Numana, alle ore 18 presso la Biblioteca Comunale di Numana e il 24 novembre 2022 a Sirolo alle ore 17:30 presso il Centro Pastorale di Sirolo. Interverranno il sindaco di Numana, Gianluigi Tombolini, il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella, l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Numana Gabriele Calducci, l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Sirolo Barbara Fabiani e Rachele Pallotto, pedagogista, consulente educativa e formatrice, che tratterà il tema del sostegno alla genitorialità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X