facebook rss

Tentato omicidio e lesioni:
ai domiciliari il poliziotto
che ha sparato a un 21enne (Foto-Video)

ANCONA – Alessandro Giordano, 40 anni, in servizio al Commissariato di Civitanova, è stato fermato e interrogato a lungo in Questura. La lite, subito sedata, era scoppiata all’interno di una discoteca. Arrivato a casa, ha iniziato a telefonare al giovane che ha poi ferito in via Flavia con un colpo di pistola (a suo dire partito accidentalmente). La prognosi è riservata
Print Friendly, PDF & Email
I rilievi della polizia Scientifica in via Flavia

di Alberto Bignami

In stato di fermo, ai domiciliari, con le accuse di tentato omicidio e lesioni, Alessandro Giordano, 40 anni, il poliziotto in servizio alle Volanti di Civitanova che nella notte ha sparato, colpito e ferito con un colpo di pistola, N.G. 21enne di Ancona. Il 40enne, residente nel capoluogo dorico, oggi è stato ascoltato in Questura per diverse ore.

Alessandro Giordano

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, Alessandro Giordano avrebbe trascorso la serata di ieri prima in un bar alla Baraccola. Successivamente, sarebbe stato ad una cena di compleanno in un ristorante a Candia, quindi sarebbe andato in discoteca al Nyx, sempre in zona Baraccola.
E’ qui che avrebbe avuto un’accesa discussione con il 21enne ed altri amici del giovane. Tutti, tra loro, si conoscevano.
Il personale addetto alla sicurezza è però subito intervenuto allontanando immediatamente il 40enne e facendolo uscire dal locale.
La serata, all’interno della discoteca è andata quindi avanti senza alcun tipo di problema. Nessuno, inoltre, è venuto alle mani proprio grazie all’intervento tempestivo della vigilanza interna.

La polizia Scientifica sul posto

Successivamente, Alessandro Giordano sarebbe quindi tornato a casa ma qui, avrebbe iniziato a inviare messaggi e a fare telefonate al 21enne, nelle quali gli avrebbe detto di volerlo vedere, probabilmente per un ‘chiarimento’.
Il ragazzo, insieme a due amici, a bordo di un furgone avrebbe dunque raggiunto via Flavia. Il 40enne si è però fatto trovare con la pistola.
E’ stato sparato più di un colpo, di cui sicuramente uno in aria e l’altro indirizzato al ragazzo, raggiungendolo all’inguine.
E’ qui, che ci sarebbe stato un parapiglia tra gli amici del ragazzo rimasto ferito che subito hanno tentato di disarmare il 40enne. A seguito di ciò, Giordano è rimasto ferito in faccia e sul corpo. Ha riportato una prognosi di 30 giorni.

Il 21enne è stato quindi caricato sul furgone e trasportato al pronto soccorso di Torrette mentre il 40enne avrebbe ripreso la pistola d’ordinanza finita a terra.
Poco prima delle 7, al nosocomio regionale è arrivato in ambulanza anche Alessandro Giordano a seguito dei traumi riportati. A casa sua nel frattempo si erano recati gli uomini della Squadra Mobile che, dopo aver effettuato una perquisizione e sequestrato l’arma, hanno quindi chiamato il 118.

La Scientifica in via Flavia

Arrivato all’ospedale, ad accorgersi della sua presenza sono stati però gli amici, oltre una ventina, che nel frattempo si erano radunati a Torrette per avere notizie del 21enne. Il giovane è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Il proiettile che gli è stato sparato, centrandolo tra la coscia e l’inguine, gli avrebbe infatti colpito anche l’anca. Fortunatamente non è in pericolo di vita.
Il personale del triage e i poliziotti delle Volanti che nel frattempo proseguivano con le indagini e si trovavano nel nosocomio, sono dovuti intervenire per cercare di calmare gli animi.
Alessandro Giordano, dopo le medicazioni, è stato portato negli uffici della questura. Il 40enne, nella sua versione dei fatti, avrebbe riferito che il colpo sia partito accidentalmente a seguito di una caduta.

 

 

 

Lite in strada, poliziotto spara a un giovane: a Torrette scoppia il caos (Foto-Video)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X