Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

La Fiera di San Ciriaco
diventa di 6 giorni
e con 437 bancarelle

ANCONA - Tra le novità il ritorno delle giostre poco distante da piazza IV novembre e una fiera campionaria in piazza Cavour

Da sinistra Angelo Eliantonio, Daniele Silvetti e Franco Foschi

di Antonio Bomba

La prima Fiera di San Ciriaco della giunta Silvetti è stata presentata questa mattina a Palazzo del Popolo. Tante le novità che verranno proposte a iniziare dalla durata di 6 giorni rispetto ai classici 4. Si partirà infatti il 30 aprile con gli stand gastronomici in piazza Pertini e il dj set di ‘La Regina’ la sera, mentre la kermesse si concluderà il 5 maggio in piazza del Papa con l’esibizione dei Funk Five, con Danny Losito vocalist e il batterista degli Incognito Chicco Allotta.

In mezzo, dall’1 al 4, la classica fiera che troverà respiro lungo tutto il percorso da mare a mare con ben 437 commercianti.

«Sfrutteremo il week end lungo – ha così esordito l’assessore ai Grandi eventi Angelo Eliantonio – derogando gli orari per la musica fino all’una sia il 30 aprile che il 5 maggio. E poi la cornice di San Ciriaco vedrà partecipare tantissimi ambulanti – dichiara soddisfatto – sia per la storicità della fiera stessa che richiama tanti espositori, ma anche dalla maggiore attrattività che questa giunta ha saputo dare alla città di Ancona da quando si è insediata».

Eliantonio prosegue spiegando le altre novità: «Torneranno le giostre, precisamente tra piazza IV novembre e i laghetti. Inoltre per venire incontro alle attività del Passetto, nello stesso verrà ospitato il villaggio ‘Campagna amica’ di Coldiretti».

Invece, le tante iniziative e cerimonie che da sempre corredano la festa per eccellenza della città di Ancona saranno un po’ tutte assoggettate a degli spostamenti: «Le civiche benemerenze saranno sempre il giorno 4 – precisa l’assessore – ma alle 19 e in piazza del Papa. Questo per far posto alla fiera campionaria che tornerà a occupare piazza Cavour dopo tanti anni. La tradizionale tombola della Croce gialla invece, avrà luogo in piazza Diaz alle ore 19 sempre del 4 maggio. Altre novità – conclude sul tema – verranno comunicate nei prossimi giorni».

Tra le varie bancarelle spiccheranno «uno stand lungo il viale della Vittoria completamente dedicato ai celiaci, come annunciato nel penultimo consiglio comunale. Ad essere presente però sarà anche il Museo archeologico nazionale delle Marche, con uno stand volto a promuovere la cultura».

Franco Foschi della Blu Nautilus, società che gestisce l’organizzazione (giunta all’ultimo anno di contratto che il prossimo anno salvo sorprese sarà affidata ad Ancona Servizi) ha invece provveduto a fornire i numeri dell’evento: «La Fiera di San Ciriaco ha una tradizione centenaria ed è ricca di incontri e scambi. Avremo 437 espositori rispetto ai 424 dello scorso anno. Un numero in assoluta controtendenza rispetto al trend nazionale, segno che questa fiera è quantomai viva e attrattiva». Dei 437 espositori, 313 saranno ambulanti nell’accezione classica del termine, 26 proporranno invece prodotti tipici, mentre i restanti 22 si occuperanno di gastronomia.

Nello specifico «Le bancarelle posizionate lungo corso Garibaldi terranno conto delle esigenze dei negozianti nel rispetto delle proprie attività» per poi aggiungere che «lungo il viale si concentreranno principalmente bancarelle dei sapori tipici italiani, con ambulanti sia sul lato destro che su quello sinistro. A piazza Cavour troverà invece spazio una fiera campionaria con tanti e variegati prodotti in esposizione, tutti di aziende locali, mentre in piazza Pertini spazio allo street food».

Eliantonio ha poi ripreso parola per annunciare che le bancarelle di corso Mazzini, da gennaio ospitate lungo corso Garibaldi «verranno per l’occasione smistate in piazza Roma. Una parte lato banca, un’altra davanti alla Farmacia dell’orologio. Detto comunque che molti di questi bancarellari parteciperanno comunque alla fiera».

Come sempre, quando arriva la Fiera di San Ciriaco molte strade verranno chiuse e molti parcheggi non saranno fruibili ai residenti del centro. E d’altro canto non potrebbe essere diversamente. A tal proposito il comandante della Polizia locale Marco Ivano Caglioti ha tenuto a precisare che «l’intero corpo della Polizia locale di Ancona sarà impegnato nella 6 giorni, coadiuvato dal personale di Ancona Servizi. Le modifiche alla viabilità saranno tante, compreso un tratto di viale da percorrere in senso inverso rispetto a quello usuale. Riteniamo tuttavia di aver adottato la miglior soluzione possibile. Sicuramente la meno impattante per tutti. Infine particolare cura sarà dedicata al transito verso l’ospedale Salesi».

Franco Foschi, Blu Nautilus

Come sua consuetudine il sindaco Daniele Silvetti ha concluso la serie degli interventi. E, dopo aver ringraziato Eliantonio per il lavoro svolto, ha ribadito come la sua giunta avesse «l’intenzione di potenziare il format della manifestazione più identitaria della città. Questo grande evento si colloca in una griglia di attrazioni cittadine ormai abbastanza competitiva che ci espone a un interesse sempre più particolare. Per tutti questi motivi abbiamo deciso di allungarla a 6 giorni, in modo tale da inserire ancora più contenuti e soddisfare ogni tipo di esigenza e sfaccettatura».

Tutte le autorità presenti si raccomandano di raggiungere la fiera in autobus o attraverso i bus navetta che verranno messi a disposizione. Infine, in caso di pioggia, l’assegnazione delle civiche benemerenze avverrà alla Mole.

Ogni altra informazione è rintracciabile nel sito comuneancona.it e negli altri canali social istituzionali.

Cresce l’attesa per la Fiera di San Ciriaco: 360 bancarelle e la formula non cambia

Fiera di San Ciriaco 2024, bando aperto per l’assegnazione di 360 posteggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X