facebook rss

Chef stellati in ospedale
per combattere i tumori,
Cedroni: “Abbondare di verze e cavoli”

ANCONA - (VIDEO) Il cuoco della Madonnina del Pescatore scende in corsia insieme a Mauro Uliassi sposando il progetto del direttore dell'Oncologia di Torrette Rossana Berardi. In due appuntamenti si farà prevenzione partendo dal cibo. Entro l'anno la Regione completerà il registro tumori
Print Friendly, PDF & Email
Moreno Cedroni e i consigli per prevenire il rischio di sviluppare tumori

Michele Caporossi, Rossana Berardi, Moreno Cedroni

 

di Marina Verdenelli

(Foto e video Giusy Marinelli)

Cavolfiori e verze per prevenire il rischio di sviluppare tumori. Parola di Moreno Cedroni, chef stellato e testimonial dell’Airc, l’associazione italiana per la ricerca sul cancro. Insieme a Mauro Uliassi, altro chef con tanto di stelle, hanno sposato il progetto pensato dal direttore del reparto di Oncologia dell’azienda Ospedali Riuniti di Ancona aderendo all’iniziativa “Le stelle per l’Oncologia”. Un appuntamento che metterà al centro la correlazione tra alimentazione e il rischio di sviluppare tumori. E lo farà direttamente in ospedale. Intanto la Regione lavora al registro tumori e conta, per la fine dell’anno, di terminarlo con un quadro statistico relativo all’incidenza di queste malattie nel territorio.

STELLE PER L’ONCOLOGIA. Due appuntamenti, uno il 23 marzo e l’altro l’8 maggio, entrambi all’auditorium Totti dell’ospedale di Torrette. Il primo sarà aperto agli addetti del settore, studenti di Medicina, ricercatori, dottori e vedrà Cedroni, titolare del ristorante Madonnina del Pescatore, a Senigallia, raccontare l’importanza della cucina e dell’alimentazione nel paziente oncologico (inizio alle 13) e una seconda sessione dedicata al dolore oncologico. Il secondo vedrà Mauro Uliassi, dell’omonimo ristornate di Senigallia, con un appuntamento aperto al pubblico e ai pazienti con un coking show dello chef in cui verrà distribuito un opuscolo informativo sulla corretta alimentazione da adottare per prevenire i tumori e le recidive. Ideatrice del progetto il direttore del reparto di Oncologia Rossana Berardi.

Moreno Cedroni e Sergio Lombardi, preside dell’Alberghiero

«L’idea nasce perché – spiega Berardi – l’alimentazione è una forma di prevenzione e protegge dal rischio di sviluppare tumori. Educare è importante. Un paziente oncologico vede cambiare i sapori del cibo e quindi anche la sua vita». La direzione di Torrette ha sposato subito la causa. «Dobbiamo fare in modo che le persone – dice Michele Caporossi, direttore generale dell’azienda Ospedali Riuniti – non arrivino da noi in ospedale. Le malattie oncologiche sono la seconda causa di morte. Al primo posto ci sono quelle cardiovascolari». Il progetto vede anche la partecipazione dell’istituto Alberghiero di Senigallia. Si inizieranno corsi educazionali rivolti ai docenti in merito ai principi della corretta alimentazione. Gli studenti del Panzini prepareranno una cena, a maggio (la data è ancora da stabilire), insieme ai due chef stellati, con menù che privilegeranno alimenti sani. La cena servirà a raccogliere fondi per l’Oncologia.

CEDRONI. Vicino alle linee guida del professore Umberto Veronesi, lo chef stellato consiglia di abbondare di verdure, in particolare le crucifere. «Cavolfiore e verze – dice Cedroni – anche se nel cucinarle danno un odore forte. Oggi si dà per certo che mangiamo bene ma non è così perché sono cambiati gli stili di vita e si ha sempre meno tempo per cucinare. Sono da evitare le proteine e i grassi e la carne rossa, massimo una volta a settimana. Per il resto abbuffatevi di verdure e frutta con almeno 5 pasti al giorno che ne contengano. E ancora pesce almeno 5 volte a settimana. Morigerati con l’alcol».

REGISTRO TUMORI. “E’ attivo da un anno – spiega Fabrizio Volpini, presidente commissione sanità della Regione – e ad oggi ha raggruppato i dai relativi alla parte nord, l’area vasta 1, e per i tre anni 2010, 2011 e 2012. Entro l’anno sarà su tutta la regione e verranno elaborati”.

Fabrizio Volpini, presidente commissione sanità Regione Marche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X