facebook rss

Greenaway alla Mole:
“L’arte per eccellenza è la pittura
non il cinema”

ANCONA - Il grande regista britannico ha fatto il pieno al Lazzaretto criticando Kubrick e Sorrentino. Il primo lo ha definito «noioso»
domenica 19 marzo 2017 - Ore 18:58
Print Friendly, PDF & Email

Peter Greenaway alla Mole

 

(Foto Adrea Petinari)

Ha parlato della sua esperienza come pittore e come filmmaker, analizzando alcune clip tratte dai suoi film. Sold out ieri pomeriggio alla Mole di Ancona per Peter Greenaway, regista di culto, sceneggiatore e uomo d’arte, ospite del Festival Cinematica. «L’arte per eccellenza è la pittura non il cinema – ha detto Greenaway – infatti io do molta importanza al suono e utilizzo il cinema solo in modo sperimentale». Alla platea si è è rivolto in inglese e una voce traduceva per lui. Poi ha fatto presente la sua considerazione del cinema sottolineando come tutti ormai lo utilizzano in modo commerciale e non ha risparmiato critiche a Kubrick e Sorrentino definendo il primo «noioso». Il sala è stato proiettato il suo film “Nightwatching” del 2007, che ripercorre la vita di Rembrandt. Greenaway si è poi concesso ai fan firmando autografi e parlando con loro.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X