facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

“Un amore grande
per la famiglia e la città”:
l’ultimo saluto a “Nuvola” Crippa

ANCONA - Alla chiesa del Cristo Divino Lavoratore i funerali dello storico tabaccaio di corso Garibaldi, scomparso sabato all'Inrca
Print Friendly, PDF & Email

 

 

L’amore per la città, l’affetto nutrito nei confronti della famiglia e quel sentimento provato fino all’ultimo per la moglie, compagna di tutta una vita scomparsa oltre 5 anni fa. Sono stati questi i fari che hanno guidato Luigi “Nuvola” Crippa, lo storico tabaccaio di corso Garibaldi scomparso a 84 anni lo scorso sabato all’Inrca. A ricordare le guide di una delle anime storiche del commercio anconetano è stato don Giancarlo Sbarbati durante il funerale svoltosi qiesto pomeriggio nella chiesa del Cristo Divino Lavoratore, a piazzale Camerino. Una cerimonia sobria, commossa, a cui in molti hanno voluto partecipare per dare l’ultimo saluto a “Nuvola”. Era questo il soprannome con cui lo ricordano intere generazioni, rapite da quella folta chioma bianca che spuntava dal bancone del suo negozio, aperto nel cuore della città più di quarant’anni fa e diventato ben presto un punto di riferimento per gli amanti del tabacco. Del resto, Crippa era un fine conoscitore di pipe e altri articoli per i fumatori, fiori all’occhiello dell’attività lasciata in eredità ai suoi quattro figli e ai nipoti.  Talmente esperto in fatto di tabacchi da aver collaborato tempo fa ad un’indagine marchigiana sulla produzione di pipe. A lui, grande uomo di cultura, facevano riferimento anche gli appassionati dei tarocchi, provenienti anche da fuori regione per trovare nel suo locale collezioni particolari. Altra sua passione: i funghi. Amava le passeggiate lungo i boschi e la raccolta dei prodotti della terra, che conosceva a menadito. Come ricordato durante le esequie, Crippa (originario dell’Emilia Romagna) si è sempre speso per il bene di Ancona, la città che lo aveva adottato e che ha amato con tutto il cuore fino alla morte. La voleva bella, elegante e raffinata. Dopo il funerale, la tumulazione al cimitero delle Tavernelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X