facebook rss

Convegno Cri sulla protezione
delle vittime nei conflitti armati

JESI - L'appuntamento è per il 6 maggio, nelle sale della Fondazione Cassa di Risparmio. Si parlerà anche di “Killer robots”, le armi completamente autonome come i droni militari
venerdì 28 Aprile 2017 - Ore 12:19
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

Dopo il successo del convegno di Diritto Internazionale Umanitario del 20 novembre 2016, dal titolo ‘Il diritto di essere bambino – tutela e protezione’, il Comitato di Jesi della Croce Rossa Italiana riapre le porte di Palazzo Bisaccioni con un nuovo, interessante evento. “Quest’anno il tema sarà ‘La protezione delle vittime nei conflitti armati’ – fa sapere in un comunicato stampa il presidente del Comitato Cri di Jesi, Francesco Bravi – Il convegno si terrà sabato prossimo, 6 maggio, dalle 9:30 alle 18:30, ed avrà come cornice le magnifiche sale della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi; sarà un’occasione per approfondire tematiche di grande rilievo e, purtroppo, fortemente attuali. Il Diritto Internazionale Umanitario è un insieme delle norme del Diritto Internazionale; quest’ultimo include regole che, in tempo di conflitto armato, proteggono persone che non prendono, o non prendono più, parte alle ostilità, ponendo così dei limiti all’impiego di mezzi e metodi di guerra. Da sempre la Croce Rossa – sottolinea Bravi – è impegnata nella divulgazione e nella promozione del Diritto Internazionale Umanitario, al fine di far acquisire una maggiore coscienza critica della popolazione rispetto ad eventi quali i conflitti armati e l’uso di armi in generale”.

AL TAVOLO DEI RELATORI – Aprirà il convegno Piero Ridolfi, colonnello nel Corpo Militare della Croce Rossa Italiana e presidente della Commissione Nazionale di Diritto Internazionale Umanitario, per introdurre ai principi e alle regole fondamentali del Diu nei conflitti armati. Seguirà l’intervento dell’avvocato Cristina Perozzi, consigliere qualificato ed istruttore di Diritto Internazionale Umanitario della Croce Rossa Italiana, che parlerà dei crimini di guerra e i crimini contro l’umanità nel diritto internazionale penale. Poi sarà la volta di Michele Jasinski, consigliere giuridico, consigliere qualificato ed istruttore di Diritto Internazionale Umanitario della Croce Rossa Italiana; egli spiegherà quali sono le regole del Diu che si applicano nei conflitti di oggi, e quali invece verranno applicate nei conflitti futuri. Concluderà il convegno Gianluca Movio, anch’egli consigliere giuridico, consigliere qualificato ed istruttore di Diritto Internazionale Umanitario della Croce Rossa Italiana. Il tema che affronterà, “Killer robots”, le armi completamente autonome, è quanto mai attuale nelle operazioni dove vengono impiegati droni militari.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X