facebook rss

Wow folk festival,
tre giorni di musica,
folklore e fisarmonica

CASTELFIDARDO - La prima edizione della manifestazione nasce come costola del Pif e coinciderà con i festeggiamenti per i santi patroni della città
mercoledì 10 Maggio 2017 - Ore 16:59
Print Friendly, PDF & Email

Ruben Cittadini

Nasce dal desiderio di far vibrare e declinare le sonorità della fisarmonica in tutte le sue forme, esaltando in maniera particolare quella diatonica più intimamente legata alla tradizione popolare, il ‘Wow folk festival’. “Una prima sperimentale edizione che al ritmo dello strumento comunemente noto come organetto ne intende esaltare l’esuberante vigore, unendo in un circuito di qualità tutti gli eventi sotto il marchio Pif – Premio Internazionale di Fisarmonica – di cui l’amministrazione comunale sta promuovendo l’immagine e ampliando la diffusione a tutto campo” si legge in un comunicato stampa del Comune di Castelfidardo. Dopo il Jazz Accordion Festival incardinato nel mese di dicembre, ecco dunque un’altra costola della stessa creatura musicale che va a ritagliarsi il suo spazio con lo sbocciare della primavera.

“Il folk è un genere ricco di appassionati, sempre più riscoperto ed apprezzato anche dai giovani per la sua capacità di essere veicolo di unione attraverso gioiose danze che evocano una dimensione ancestrale “, sottolinea l’assessore alla cultura Ruben Cittadini che ha scelto la piazza come location principale. “Ci piace l’idea di racchiudere tutte le anime della fisarmonica in un contenitore poliedrico – aggiunge- in grado di valorizzare lo strumento e di coinvolgere in maniera diretta il pubblico: non un rapporto frontale come a teatro fra l’artista e chi assiste, ma un vero passaggio di energia vitale ballando al suono dell’organetto e del tamburello”.

Organizzato dal Comune di Castelfidardo in collaborazione con Federico Cippitelli e Gianni Donnini, leader dei Traballo,  il Wow folk festival ha offerto una frizzante anteprima con l’Orquestrina Trama proveniente dai Pirenei, protagonista per le vie del centro storico e del live concert all’On Stage. Da giovedì a domenica – festività dei Santi Patroni di Castelfidardo (leggi l’articolo) – un’esplosione di eventi rigorosamente gratuiti con tanto di stornellatori, spettacoli folkloristici, lezione gratuite di bal folk, concerti, pizzica e taranta dal Salento esplorando anche geograficamente le tradizioni del territorio marchigiano e apprezzando la qualità di gruppi di livello assoluto. Di seguito il programma.

Giovedì 11 maggio – Inizio WOW FOLK FESTIVAL

ore 21.30 – On Stage Castelfidardo – I passeri Solitari

ore 22.30 – On Stage Castelfidardo – Folk Oneiric- Oneiric Folk-Pop & popular things è uno spettacolo che unisce la musica popolare (come. il fado, la musica popolare della nostra terra di provenienza, greca, irlandese, blues, ecc.ecc.) ed il pop (Led Zeppelin, Doors, Depeche Mode) con l’apporto di musiche originali del gruppo e soprattutto dal vivo, in chiave quasi totalmente acustica. Il risultato è un’atmosfera tra world music e lounge. Si esibiranno Luigino Pallotta, Adriano Taborro, Marco Lorenzetti e Claudio Mangialardi

Venerdi 12 maggio – Piazza della Repubblica

ore 18.30 Aperitivo in piazza accompagnato dal gruppo di stornellatori Grazie Grazià

ore 21.30 Spettacolo del gruppo folkoristico Li Pistacoppi Città di Macerata

Sabato 13 maggio – Piazza della Repubblica

ore 16 Folk Open Day: alla scoperta del bal folk (lezioni gratuite in collaborazione con gli insegnati marchigiani di danze popolari)

ore 16 Paolo Polverini (il cielo in una danza)

ore 16.20 Lorena Gresta (danzintondo)

ore 16.40 Pino Pavone (balli popolari Ancona)

ore 17 Giulia Gioacchini (la poesia dei piedi-fermento etnico)

ore 17.20 Federico Cippitelli (folk in progress)

ore 17.40 Claudia Gentili (traballo-trivittori)

ore 18 Gianni Donnini (traballo-il paese delle mille danze)

ore 18.20 Valeria Ripanti (val.folk)

ore 18.40 Thomas Bertuccioli (viva el bal! danze popolari Pesaro)

ore 19.00 Jam Session Folk dei musicisti intervenuti

ore 20.30 Cena in piazza con street food e con i locali del centro

ore 21.30 Concerto del gruppo Traballo

Domenica 14 maggio

ore 22 piazza della Repubblica, Giancarlo Paglialunga, Giuseppe Anglano, Massimiliano De Marco e Giulio Bianco presentano uno spettacolo di musiche salentine che spaziano dai ballabili ai canti d’amore ed alle potentissime pizziche. Gli elementi di questo trio navigano da anni nel mondo della musica popolare e collaborano con i più noti gruppi Salentini. Dalla Notte della Taranta al Canzoniere Grecanico Salentino ai Kalàscima agli Ajèra Mea e Aiòresis, il trio dispone di tre voci, nonchè di un tamburello, una fisarmonica o organetto e di una chitarra o mandolino.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X