facebook rss

Trent’anni di conoscenza
senza frontiere:
l’Univpm festeggia l’Erasmus (Video)

ANCONA – Giornata clou di Your Future Festival con l'International Day dedicato all'Europa, allo studio e al lavoro oltre i confini. Villarey trasformata in una piccola ambasciata del mondo per raccontare le esperienze e spiegare le opportunità della Ue. Domani la chiusura
venerdì 12 Maggio 2017 - Ore 17:17
Print Friendly, PDF & Email
L'esperienza Erasmus raccontata dalla studentessa Tatiana (Inglese)

La Facoltà di Economia addobbata a festa con le bandiere degli stati esteri per l’International Day

 

E’ stata l’Europa il tema portante di questa quarta edizione di Your Future Festival. Una Europa come sintesi di ricerca, studio, libertà, cultura e impresa, i valori che caratterizzano l’Univpm e la kermesse dedicata agli studenti intitolata quest’anno “Costruendo legami”. Non poteva essere altrimenti nell’anno in cui si celebrano i 30 anni del programma Erasmus e i 60 anni dei trattati di Roma per l’istituzione della Comunità Europea. Ecco allora a confronto le esperienze di universitari e dei consulenti del lavoro nell’International Day, la giornata clou di Your Future Festival che si è tenuta oggi nella Facoltà di Economia a Villarey. Dalle 11 alle 16 sono stati aperti i desk informativi in collaborazione con il servizio Eures, che ha spiegato come studiare, vivere e lavorare in Europa. Tanti gli studenti che, curriculum alla mano, hanno lasciato le proprie candidature per una esperienza all’estero. Il CSAL Centro di Supporto per l’Apprendimento delle Lingue ha dedicato le sue attività per spiegare le possibilità delle certificazioni linguistiche internazionali. Mentre l’IMEP Italian Model European Parliament ha tenuto una simulazione italiana dei lavori del Parlamento Europeo. “Oggi è stata una bellissima giornata, una opportunità per promuovere quello che facciamo per gli studenti Erasmus, sia outgoing sia incoming. Io consiglio l’Erasmus a tutti, anzi dovrebbe essere obbligatorio perchè da un sacco di opportunità sia a livello personale che lavorativo” ha commentato Ilaria Pierdicca, presidente dell’associazione Esan Ancona. Una possibilità entusiasmante, confermata dagli stessi studenti, come Tatiana. “Sono stata 6 mesi ad Ancona. Raccomando l’Erasmus a tutti perché è una grande opportunità per i giovani di incontrare persone di altri Paesi” ha raccontato in inglese (vedi il video).

Ilaria Pierdicca

“Un’esperienza all’estero è un vantaggio per gli studenti, un modo per uscire da quello che già si conosce ed aprirsi a nuove esperienze migliorando la conoscenza della lingua” ha aggiunto Emanuela Capomagi referente Eures di Ancona, il centro per l’impiego europeo che incentiva la mobilità in Europa. “La mobilità europea avvantaggia le persone che sperimentano conoscono e hanno più possibilità lavorative e di crescere, lavorare in un altro Paese e tornare arricchiti” spiega Capomagi. Alle 16 gli studenti Erasmus sono partiti nel tour fotografico “Ancona Città Nascosta”, armati di smartphone e accompagnati dal fotografo Fabrizio Carotti, per essere testimonial sui social della città che li ha accolti durante i mesi di studio. Alle 18,30 l’International Happy Hour e dj set con la premiazione del concorso fotografico #PictureYourErasmus in collaborazione con l’associazione Esan Ancona (www.esnancona.it) dove sono stati scelti i migliori scatti presentati dagli studenti per raccontare la loro esperienza Erasmus.

I desk informativi Eures

L’International Day ha visto tappe anche a Fermo dove nel pomeriggio si è tenuta la conferenza “Europa: Uomini senza frontiere”, con la presentazione del libro “L’era del Capitale Umano” di Nunzia Eleuteri e la testimonianza di Fabio Bernardini, volontario di Emergency in Afghanistan. Alle 19,15 con il concerto dell’Orchestra d’archi junior del Conservatorio G. B Pergolesi diretta dal maestro Reggi nel cortile di Palazzo Gigliucci. A Pesaro in mattinata si è svolta la tavola rotonda “Europa: bacino di scambi ed opportunità di integrazione” nella sede Univpm Pesaro Studi, in viale Trieste.

Your Future Festival dà appuntamento al prossimo anno con l’appuntamento conclusivo di sabato 13 maggio ad Ancona. La “Passeggiata guidata” con lo storico Alberto Recanatini: storie di luoghi e di persone per percorrere la memoria della città di Ancona e delle radici europee.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X