facebook rss

I carabinieri danno l’addio
a Giancarlo Gramaccioni

ROSORA – Il brigadiere capo in congedo è stato colto da un malore. Era stato premiato con la civica benemerenza di Ancona nel 2004 per aver salvato una donna al Passetto
sabato 20 Maggio 2017 - Ore 19:59
Print Friendly, PDF & Email

Giancarlo Gramaccioni alla consegna della benemerenza del 2004

 

E’ scomparso nel tardo pomeriggio di venerdì Giancarlo Gramaccioni, brigadiere capo in congedo del radiomobile di Ancona, dove ha prestato servizio per molti anni. Gramaccioni, 58 anni, è stato colpito da un malore mentre era nella sua casa in campagna di Rosora. I colleghi lo ricordano come una colonna del nucleo radiomobile, da cui era andato in pensione negli ultimi anni, sempre disponibile e cordiale. Una generosità e una professionalità che lo aveva portato nel 2004 ad essere insignito anche della civica benemerenza di Ancona per essersi distinto in servizio. Il militare infatti aveva salvato la vita ad una donna che stava tentando il suicidio dalle rupi del Passetto, convincendola a non gettarsi nel vuoto per poi portarla in salvo. Gramaccioni lascia la moglie Palmina Pietrini e le figlie Chiara e Letizia. I funerali si svolgeranno lunedì 22 maggio nella chiesa di San Michele Arcangelo di Rosora alle 15,30. La salma sarà cremata e le ceneri saranno tumulate nel cimitero di Rosora. La camera ardente si è aperta oggi alla casa del commiato della casa funeraria Bondoni di via dell’Industria a Castelplanio.

(foto Giusy Marinelli)

Gramaccioni a sinistra, alla premiazione del 2004

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X