facebook rss

Alla scuola De Amicis apre
“l’ospedale dei pupazzi”

ANCONA – Domani l’iniziativa nelle classi elementari, ogni bambino porterà una bambola o un peluche fingendo che sia malato. Gli alunni saranno accompagnati da pediatri, psicologi e studenti universitari di medicina per capire come funzionano e cosa succede nelle strutture sanitarie
giovedì 25 Maggio 2017 - Ore 17:03
Print Friendly, PDF & Email

 

Un modo nuovo per insegnare la medicina ai più piccoli, esorcizzare la paura dei camici bianchi e conoscere gli ospedali. Perché i bambini dai 3 ai 6 anni non saranno i pazienti, piuttosto i genitori-accompagnatori “all’ospedale dei pupazzi” del loro peluche preferito. E’ l’iniziativa promossa dalla sezione di Ancona del Sism (Segretariato italiano studenti di medicina), in collaborazione con la psicologa Benedetta Bernabucci e la specializzanda in pediatra Nicole Caporelli, che domani porteranno l’idea alla scuola elementare De Amicis di corso Amendola. La scuola sarà dunque allestita come un vero e proprio ospedale, con tanto di sale d’attesa e triage, dove i piccoli e i loro pupazzi “malati” saranno accolti dagli studenti universitari in medicina o in corsi di laurea di area sanitaria, che ne seguiranno l’intero iter diagnostico e terapeutico, dall’accettazione, alla visita medica, alla diagnosi specialistica fino alla cura.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X