facebook rss

Beffa divieti di balneazione:
a Palombina il mare pulito
è durato 24 ore

ANCONA – Dopo l’acquazzone della notte si sono nuovamente aperti gli scolmatori delle acque sporche, obbligando il ritorno del divieto di tutti, rimosso appena ieri mattina. Un anticipo di stagione che non promette nulla di buono
giovedì 25 Maggio 2017 - Ore 13:08
Print Friendly, PDF & Email

Litorale nord in burrasca

 

A seguito delle piogge della scorsa notte, sono stati attivati nuovamente gli scolmatori, con il conseguente sversamento a mare di acque reflue miste. Per questa ragione è di nuovo interdetta temporaneamente la balneazione sul litorale nord, da Palombina al Passetto, sotto la piscina comunale. Il divieto verrà rimosso non appena l’Arpam comunicherà il riallineamento dei parametri. L’ultima ordinanza di divieto di balneazione era stata ritirata appena 24 ore fa, mercoledì mattina. Lungo il litorale del Monte Cardeto, il divieto non era nemmeno stato rimosso, perché a causa dei lavori di pavimentazione del sentiero di via Panoramica che conduce alle grotte, l’Arpam non ha potuto raggiungere la spiaggia e il collettore, quindi non ha effettuato i rilievi. Sembra di rivivere la stagione del 2016, quando i frequenti acquazzoni hanno obbligato ad emettere numerosi divieti di balneazione, di fatto rovinando l’estate a Palombina e Passetto, mentre torna ad accendersi il dibattito sulle possibili soluzioni per evitare che ad ogni pioggia si riversino in mare le acque reflue.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X