facebook rss

Le Feste Medievali compiono 30 anni
e celebrano Offagna ‘Paese della Fantasia’ (Video)

RIEVOCAZIONI - Ieri sera la presentazione della kermesse storica nei suggestivi spazi della Rocca quattrocentesca. Dal 21 al 29 luglio il borgo tornerà ad essere risucchiato nel vortice del tempo e in occasione della ricorrenza, quest'anno i rappresentanti dei 4 rioni diventeranno attori
domenica 18 giugno 2017 - Ore 14:47
Print Friendly, PDF & Email
Rocca di Offagna, un momento dello spettacolo di presentazione delle Feste Medievali 2017

Rocca di Offagna, un momento dello spettacolo di ieri sera per presentare l’edizione 2017 delle Feste Medievali, la numero 30

Elogio alla fantasia e all’orgoglio per aver tagliato l’ambito traguardo dei primi 30 anni di attività. Attraverso le Feste Medievali, dal 21 al 29 luglio, Offagna tornerà a svelare le sue bellezze per trasformarsi nel ‘Paese della Fantasia’. Il cartellone delle manifestazioni è stato presentato ieri sera dal direttivo della Pro Loco, l’ente organizzatore,  nella suggestiva cornice della Rocca quattrocentesca, tra figuranti in costume, sbandieratori, mangiafuoco e tamburini, alla presenza del neo sindaco Ezio Capitani. Per l’occasione è stata organizzata una caccia al tesoro per i bambini con la collaborazione de ‘La porta dei mondi’ di Osimo. Tra i momenti più interessanti della rievocazione storica si annovereranno anche quest’anno il corteggio storico, con 300 figuranti in abiti d’epoca e la disfida in armi tra i rioni della città (Croce, Sacramento, S.Bernardino, Torrione), l’unica in Italia nella quale gli armigeri si confrontano con arco, balestra, lancia e mazza ferrata.

Non mancheranno all’appuntamento gli spettacoli con i menestrelli; il ballo di mezzanotte, l’investitura di nuovi Cavalieri della Crescia e la cena medievale al chiaro di luna. Per sottolineare al ricorrenza del 30° anniversario dell’inizio dell’avventura gli offagnesi dei vari Rioni, nell’edizione 2017 delle Feste Medievali (e questa è la novità)  vestiranno i panni degli attori e nel corso della settimana indietro nel tempo, metteranno in scena rappresentazioni teatrali. L’anteprima di ieri, oltre alla lettura dell’Araldo per voce dell’attore osimano Alessandro Marrocchi, è stata animata dalla melodie dell’arpista anconetano Daniele Bartolucci. Michele Mazzieri dell’Accademia della Crescia ha spiegato invece il significato racchiuso nel titolo delle Feste Medievali 2017 ed è stato illustrato il dipinto di Valerio Lombardelli, artista pesarese, che figurerà sui manifesti e le brochure dell’evento (info. www.festemedievali.it)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X