facebook rss

Colto da malore e bloccato
sulla spiaggia di Torrette: salvato

ANCONA - Il tratto di litorale tra Falconara e Palombina è servito solo da accessi pedonali. L'elisoccorso non era disponibile e per raggiungere il paziente sull'arenile, l'ambulanza della Croce Gialla stamattina a mezzogiorno come in un film ha dribblato bagnanti, ombrelloni e gazebo nei 4 chilometri di percorso affrontati sul bagnasciuga a sirene spiegate
domenica 9 Luglio 2017 - Ore 16:10
Print Friendly, PDF & Email

La spiaggia libera tra Torrette Palombina (foto Giusy Marinelli)

Paura e momenti di concitazione stamattina poco prima di mezzogiorno sulla spiaggia libera di Torrette, dove un bagnante si è sentito male. Tra afa, sole alto e temperatura superiore ai 30 gradi si è accasciato a terra all’improvviso per un forte dolore al torace. L’uomo, con i sintomi di un infarto cardiaco, si è salvato per miracolo perchè ha dovuto affrontare un’odissea per raggiungere il vicino ospedale regionale. Il tratto di arenile dove si trovava, ai confini con Palombina, è servito solo da accessi pedonali, impraticabili per ogni tipologia di mezzi, anche quelli di soccorso.

Nella carrellata di foto d’archivio, ‘gli ostacoli’ che punteggiano l’arenile libero su questo tratto di costa

All’imbocco del sottopasso del circolo ‘Arti e Mestieri’ è infatti arrivata l’automedica dell’ospedale di Torrette con i sanitario a bordo che, attraversato a piedi il tunnel, ha provveduto a praticare le manovre rianimatorie sul paziente in spiaggia. L’elisoccorso non era disponibile e su disposizione della centrale del 118, un’ambulanza della Croce Gialla è partita dalla spiaggia di Falconara per percorrere 4 chilometri a sirene spiegate sulla bagnasciuga, dribblando ostacoli, bagnanti, ombrelloni e persino un gazebo come in una scena da film.

Nonostante l’impegno e il sangue freddo dell’autista, l’autolettiga, che ha rischiato anche di incagliarsi sulla battigia battuta dalla onde, è arrivata a destinazione solo dopo circa 20 minuti. Per fortuna nel frattempo dall’ospedale di Torrette era stata fatta partita l’ambulanza infermieristica per trasportare al pronto soccorso il paziente, ormai stabilizzato sulla barella sulla spiaggia. Il medico del 118  gli ha salvato la vita. Il problema del tratto di arenile ‘blindato’ tra Falconara e Palombina è annoso e si ripresenta in tutta la sua gravità ogni estate.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X