facebook rss

L’allarme del Siulp:
“Pochi poliziotti in strada”

ANCONA - Alessandro Bufarini, segretario provinciale del sindacato di polizia esprime preoccupazione per una diminuzione delle pattuglie, nel periodo estivo, per sopperire alle carenze di personale della sala operativa. Chiesto un incontro urgente con il dirigente del compartimento Polizia Stradale Marche
domenica 9 Luglio 2017 - Ore 18:24
Print Friendly, PDF & Email

La polizia stradale (foto d’archivio)

Mesi fa il Siulp aveva stipulato con il dirigente del compartimento Polstrada Marche, l’accordo per l’introduzione di una nuova turnazione per il personale pattugliante per incrementare le pattuglie della Polstrada di Ancona. Ora, con l’arrivo dell’estate, l’aumento dei turisti e della necessità di sicurezza, si registra un calo dei poliziotti impegnati on the road.

“Lo scopo dell’accordo era quello di incrementare i servizi operativi con la presenza di più pattuglie, almeno nei quadranti orari diurni, sul territorio – spiega in un comunicato stampa Alessandro Bufarini, segretario provinciale del Siulp – Oggi, gli sforzi profusi dal Siulp e dal dirigente, rischiano di essere vanificati da una errata gestione del personale da parte del responsabile della Sezione. Per sopperire alle carenze di personale della sala operativa (Coc), si tende a spostare verso di essa solo gli agenti deputati al controllo su strada, collocandoli in ufficio. Sappiamo benissimo che l’attività del Coc è importante, ma la sua implementazione di organico non può incidere negativamente sul controllo del territorio e sui servizi al cittadino. Per il Siulp questa non è la soluzione”.

Bufarini ricorda come in questo frangente storico “la percezione di sicurezza, infatti, è un obiettivo importante e si raggiunge soltanto aumentando la visibilità di divise sul territorio, non di certo prelevandole dalla strada per impiegarle in altra attività. Solo poche settimane fa, tramite un comunicato interno, avevamo lanciato l’allarme, purtroppo inascoltato. Ora che stiamo entrando nel pieno della stagione turistica, temiamo che i disagi si possano concretizzare a scapito della sicurezza e della tranquillità dei cittadini e dei colleghi. Ecco perché, seppur preoccupati per una diminuzione delle pattuglie – chiude il comunicato stampa – in questo momento di esodo estivo, siamo comunque fiduciosi che, per il 2/2 bene di tutti, la questione si possa risolvere, a breve, con un cambio della politica gestionale. Per tali motivi, prima di interessare il Ministero abbiamo richiesto un ulteriore incontro urgente con il dirigente del compartimento Polizia Stradale Marche”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X