facebook rss

Il futuro di Aerdorica in bilico,
il Tribunale nomina un consulente

ANCONA - Il giudice fallimentare ha deciso di affidarsi ad un tecnico per ulteriori accertamenti sui conti della società che gestisce il Sanzio. L'ad Massei e la vicepresidente della Regione, Casini: "Continuiamo a lavorare per il risanamento dell'aeroporto". I sindacati: "Subito un incontro con Ceriscioli"
lunedì 10 Luglio 2017 - Ore 20:04
Print Friendly, PDF & Email

 

(Foto d’archivio)

 

Aerdorica, il fallimento non è scongiurato. Il Tribunale fallimentare di Ancona ha nominato un consulente tecnico di ufficio. Si indaga ancora, dunque, sui conti del Sanzio. Il piano di risanamento, che ha incassato anche il nulla osta della Ue, non è bastato a convincere il giudice a salvare lo scalo di Falconara. E arriva la decisione di nominare un Ctu che passerà al setaccio i conti della società di gestione dell’aeroporto. Solo a quel punto la magistratura deciderà sul futuro dell’aeroporto marchigiano: può continuare la sua attività o dovrà chiudere i battenti?

Aerdorica e Regione continuano a lavorare per il risanamento della società. «La decisione del giudice del tribunale fallimentare di nominare un consulente tecnico di ufficio ci permette di andare avanti e proseguire sulla strada del risanamento e del rilancio dell’aeroporto – ha affermato Federica Massei, amministratore delegato di Aerdorica -. La società lavorerà con il consulente in piena collaborazione e trasparenza per offrirgli tutti gli strumenti utili per il suo lavoro». Sulla stessa linea la Regione: «Continueremo, come fatto fino ad ora, a sostenere, in modo trasparente, tutti gli atti necessari al risanamento e al rilancio dell’infrastruttura che, per il nostro territorio, è strategica», le parole della vicepresidente della Regione e assessore alle Infrastrutture, Anna Casini.

I sindacati intanto tornano a chiedere a gran voce un incontro immediato con il presidente della Regione, Luca Ceriscioli per discutere del futuro della società, ma le sigle dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil salutano come positiva la decisione del giudice. «Il fallimento per il momento è stato sventato – hanno dichiarato in maniera congiunta i sindacati -. Ora vogliamo sapere quali sono gli scenari che si aprono per Aerdorica, per i suoi lavoratori e per i cittadini delle Marche».

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X