facebook rss

“Voglio la luna!”,
la storia di Fabio
sul palco di Agugliano

SPETTACOLO - In scena l'attore anconetano con sindrome di Down, già vincitore di numerosi premi, per il Festival del teatro dialettale della cittadina, dedicato alle opere che affrontano temi sociali
domenica 16 Luglio 2017 - Ore 17:58
Print Friendly, PDF & Email

 

Fabio Spadoni in “Voglio la Luna”

 

Primo spettacolo fuori concorso nell’ambito del Festival nazionale del Teatro Dialettale di Agugliano che si occupa di teatro del sociale. A salire sul palcoscenico l’attore anconetano Fabio Spadoni, ragazzo con sindrome di Down già vincitore di moltissimi premi, con “Voglio la luna!” della compagnia Teatro Pirata di Jesi, da un’idea e per la regia di Simone Guerro. Lo spettacolo, che ha vinto il premio “Eolo Award 2013”, sin dalla prima messa in scena del 2011 e dopo centinaia di repliche, anche all’estero, riscuote ancora un grande successo. La storia si svolge tutta intorno a Fabio che si trova nella sua cameretta, per niente tranquillo, dopo i soliti rimproveri e le raccomandazioni della mamma. Niente va come davvero vorrebbe e non riesce a trovare la maniera per cambiare tutto. Finché una notte viene svegliato da un dolce alito di vento e scopre che è andata a trovarlo la luna, proprio direttamente nella sua stanza e giocano anche insieme. Bella, luminosa, grande, una vera e propria magia, ma come è arrivata, però, allo stesso modo la luna se ne va. Fabio però non è mai stato tanto felice come con questo enorme pallone di luce e la rivuole indietro per giocare. Parte da questa volontà la fantastica avventura che alla fine lo porterà a catturare la luna e a portarla in camera sua. Ma per il mondo, senza la luna, i problemi sono solo all’inizio e questo rappresenta un grande insegnamento: Fabio comprende così che non sempre si può desiderare e ottenere ciò che appartiene anche agli altri.
Uno spettacolo fuori concorso che non mancherà di emozionare il pubblico, con la sua narrazione dolce e delicata, di musica dal vivo, di scene di teatro di figura, pupazzi e ombre e il grande pallone della luna con cui Fabio gioca. L’appuntamento è per domani, 17 luglio, alle 21.30, al piazzale del Centro Opere Parrocchiali di via Roma ad Agugliano

Ideato da Simone Guerro e Lucia Palozzi, vede sul palco oltre a Fabio Spadoni anche Silvia Barchiesi e lo stesso Simone Guerro, con allestimento e figure curati da Ilaria Sebastianelli e Alessio Pacci.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X