facebook rss

Spunta un silos di quindici metri alla Baraccola
Berardinelli: “Siamo preoccupati”

ANCONA – Il consigliere Fi svela la realizzazione di un impianto di gas metano alto come un palazzo di cinque piani. “Sembra incredibile, nessuno ne sapeva niente. Bisogna approfondire sicurezza, ricadute sul traffico e impatto urbanistico”
martedì 18 Luglio 2017 - Ore 14:58
Print Friendly, PDF & Email

La foto del progetto, dove compare il silos di 15 metri a servizio del distributore di carburante

Il distributore di via I Maggio interessato dal progetto

Dai progetti del Comune spunta un silos alto 15 metri alla Baraccola, in via I Maggio. A sorpresa, quasi come un fungo, nessuno se ne era accorto. Quando il consigliere comunale Fi Daniele Berardinelli ha tirato fuori il caso stamattina in commissione urbanistica, commissari e giunta, sono rimasti increduli. E invece è vero. La pratica sarebbe passata dallo sportello unico per le imprese, dove ha ricevuto tutti i nullaosta, tanto che è già stato attrezzato il cantiere per realizzare le fondamenta. L’area interessata è il distributore di carburante all’inizio di via I Maggio, accanto al bar Luana. L’impianto dovrebbe contenere gas liquido per tir e autocarri. “C’è grandissima preoccupazione Grandissima preoccupazione tra residenti, operatori commerciali e cittadini” dichiara Berardinelli. “Sembra incredibile che in una zona dove le case non possono essere alte più di tre piani si possa realizzare un impianto del genere. C’è anche la forte preoccupazione che, vista la rarità di impianti del genere che attirano Tir e camion, possa aumentare il traffico di mezzi pesanti che potrebbero uscire dall’autostrada ad Ancona nord, percorrere la variante per fare rifornimento e poi rientrare ad Ancona sud, aumentando traffico e inquinamento, oltre ai rischi di incidenti – aggiunge il consigliere comunale -. Purtroppo quando oggi ho portato in esame il progetto in Commissione, l’assessore all’urbanistica nonché vicesindaco, lo stesso si dichiarava completamente all’oscuro di quanto si stesse realizzando. Chiediamo all’amministrazione comunale di approfondire tutti gli aspetti legati a questo progetto, dalla sicurezza al traffico sino alla eventuale conduttura per il rifornimento dell’impianto, oltre al solo aspetto prettamente urbanistico”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X