facebook rss

Lorenzo Rabini denuncia:
“Bulli sulla corriera del mare”

ANCONA - Il consigliere provinciale di FdI ha segnalato la presenza di un gruppo di giovani che disturba il viaggio sul pullman di linea Ancona, Camerano, Numana, Sirolo, Marcelli, Portorecanati e chiede controlli. Ieri gli autisti avrebbero richiesto l'intervento dei carabinieri alla fermata dello Stadio del Conero
venerdì 28 Luglio 2017 - Ore 12:22
Print Friendly, PDF & Email

Lorenzo Rabini

Ormai da quasi due settimane la linea di trasporto extraurbano su gomma, la tratta 3 , quella che collega Ancona con la Riviera del Conero e Portorecanati, è diventata la corsa dei “bulli” secondo il consigliere provinciale Lorenzo Rabini (FdI). Un gruppo piuttosto numeroso di giovani disturberebbe viaggiatori e autisti costretti in alcune circostanze a fermare la corriera Atma (come nel caso di ieri pomeriggio alle 13,30) e chiamare i carabinieri. “Il branco – dichiara Rabini – spavaldo e privo di regole, sta ormai assumendo una forma continua di disturbo e maleducazione all’interno dei pulmann che collegano Ancona con Camerano, Numana, Sirolo, Marcelli e Portorecanati. Gli autisti sembrano i più presi di mira e presente il sottoscritto, proprio ieri durante la corsa da Ancona in Riviera delle 13 e 15, un autista ha fermato la corriera davanti lo Stadio del Conero e ha chiamato i Carabinieri dopo aver ricevuto un brutto epiteto”.

“Questa situazione – continua Rabini – sta andando avanti ormai da circa due settimane e ovviamente se non viene stoppata, rischia di degenerare, mettendo in difficoltà sia gli autisti e l’Azienda che gestisce questa tratta, sia i viaggiatori coinvolti loro malgrado in alcuni viaggi ‘difficili’”. Rabini invita pertanto a far capire “ai bulli che sopra il pullman non stanno a casa loro, ci sono regole che vanno rispettate, gli autisti che lavorano non sono bersagli sui quali scagliare le frecce della maleducazione e le persone che salgono vogliono trovare una corriera pulita ( in alcuni orari l’immondizia lasciata dai bulli è impressionante) e sicura. Confido nelle Forze dell’Ordine per una soluzione veloce e decisa di questa brutta storia estiva della ‘linea del mare’”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X