facebook rss

Siccità, a Fabriano ordinanza
per limitare il consumo di acqua

PREVENZIONE - Non è ancora allarme e crisi idrica ma l'atto firmato stamattina dal sindaco Gabriele Santarelli è valido per tutto il territorio comunale, con particolare riferimento alle frazioni di Rocchetta, Valgiubola, Bastia, Viacce e Moscano. I trasgressori puniti con multe da 25 a 500 euro: sarà vietato riempire piscine, lavare auto e innaffiare giardini e orti
mercoledì 9 Agosto 2017 - Ore 17:16
Print Friendly, PDF & Email

La piazza del Comune di Fabriano (foto d’archivio)

Un piano di ‘contingentazione’ e un utilizzo consapevole dell’acqua potabile per prevenire la crisi idrica, sono le tematiche-fulcro dell’ordinanza anti-siccità firmata oggi dal sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. L’obiettivo prioritario è quello di evitare gli sprechi e di limitare il consumo dell’acqua del rubinetto per scopi diversi da quelli domestici e sanitari. Fino a nuovo ordine, a Fabriano non si potrà utilizzare quindi l’acqua proveniente dalla rete di distribuzione comunale per l’irrigazione di orti e giardini; per il riempimento di ogni tipo di piscina mobile o da giardino; per lavaggio di automobili o motocicli e per qualunque uso ludico o che non sia quello del servizio personale. Non è ancora allarme siccità ma l’ordinanza è valida per tutto il territorio comunale, con particolare riferimento alle frazioni di Rocchetta, Valgiubola, Bastia, Viacce e Moscano. E i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa che può oscillare da un minimo di 25 euro a un massimo di 500.

Gabriele Santareli, sindaco di Fabriano

La decisione di limitare in via precauzione l’uso dell’acqua potabile è stata suggerita al primo cittadino di Fabriano da una nota della Multiservizi “nella quale – si legge nel documento del Comune – si evidenziava una situazione di sofferenza idrica in particolar modo in alcune frazioni del nostro Comune e considerato il prolungarsi dello straordinario periodo di siccità”. Alcune piccole sorgenti che alimentano quelle frazioni del Comune di Fabriano, stanno andando in sofferenza idrica e non sono in grado di soddisfare il fabbisogno dei residenti. La Multiservizi è pronta comunque a garantire il servizio di distribuzione dell’acqua potabile, effettuando riempimenti dei serbatoi in crisi con autobotti.

Il caldo persiste e per evitare che la situazione peggiori, si è preferito consentire i prelievi di acqua dalla rete idrica di Fabriano esclusivamente per i normali usi domestici e autorizzati. Con l’ordinanza il sindaco invita quindi tutti i suoi concittadini “a porre in essere una più razionale e corretto uso dell’acqua per gli scopi consentiti, limitandolo alle effettive necessità umane e del comparto produttivo, al fine di evitare inutili sprechi nell’interesse pubblico e privato affinché il patrimonio idrico, nell’attuale fase di emergenza, non vada disperso, quale bene di tutta la cittadinanza”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X