facebook rss

Disperati per amore e lavoro,
minacciano il suicidio

SOCCORSI – I carabinieri sono intervenuti ad Arcevia e Sassoferrato per due episodi distinti di tentato suicidio nel giro di poche ore
sabato 12 agosto 2017 - Ore 13:47
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Uno perde il lavoro, l’altro litiga con la compagna, entrambi disperati minacciano di togliersi la vita. I due episodi di tentato suicidio sono avvenuti giovedì, in entrambi sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Fabriano per riportare alla calma i due uomini e salvarli. Ad Arcevia, giovedì mattina è stato un operaio 30enne a minacciare il volo fatale da un acquedotto dopo aver perso il lavoro. E’ stato notato da alcuni passanti che hanno chiamato il 112 segnalando il ragazzo sul ciglio del ponte. I primi ad arrivare sul posto gli agenti della polizia municipale che lo hanno convinto a non lanciarsi, poi i carabinieri sono riusciti a calmarlo e a farlo scendere. E’ stato portato in ospedale. Nella tarda serata è stato invece un uomo di 46 anni residente in una frazione di Sassoferrato a cercare di mettere in atto il gesto estremo. Dopo aver litigato con la compagna, l’uomo ha lasciato l’abitazione e la convivente ha subito avvertito i carabinieri temendo il peggio. I militari lo hanno trovato poco distante dall’ospedale di Sassoferrato, dove si era portato da solo dopo essersi procurato una ferita da taglio con un coltello nell’addome. L’uomo è stato subito trasferito in ambulanza all’ospedale di Fabriano, dove è stato medicato per la ferita che è risultata comunque superficiale e dopo qualche ora di accertamento è stato dimesso in buone condizioni.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X