facebook rss

Dopo la discoteca tentano il furto
su un’auto in sosta: 3 fabrianesi nei guai

SENIGALLIA - Sono alcuni dei denunciati dopo il week end di controlli che ha concluso l'operazione 'Periferie tranquille'. Ben 46 carabinieri in azione hanno setacciato ogni angolo del territorio comunale
lunedì 4 settembre 2017 - Ore 15:15
Print Friendly, PDF & Email

carabinieri controlli

Operazione “Periferie Sicure”. Anche i Carabinieri di Senigallia, nell’ambito del piano di controlli straordinari previsto dal Ministero dell’Interno, hanno rafforzato l’azione di contrasto all’illegalità diffusa, con precipuo riferimento alle aree periferiche caratterizzate da fenomeni di irregolarità e degrado. Nel fine settimane, nell’arco serale dalle 19 fino all’1 di notte, sono stati eseguiti posti di controllo con l’impiego di 46 Carabinieri. Nel servizio sono state impiegate anche quattro squadre della Compagnia di Intervento Operativo (Cio), giunte di rinforzo con equipaggiamento speciale dal 4° Battaglione Carabinieri di stanza a Mestre.

I posti di controllo sono stati eseguiti sulla Statale 16 in località Cesano all’altezza di Via della Marina e Strada della Bruciata nonché all’altezza di Piazzale Michelangelo, mentre, in direzione sud, in Via Podesti e al Ciarnin. Posti di blocco sono stati attivati anche in via Giordano Bruno nei pressi dell’ingresso all’autostrada ed in viale Bonopera nelle vicinanze della Stazione Ferroviaria. Sorvegliati speciali i parcheggi pubblici in Piazza Simoncelli, all’altezza dei Giardini Morandi ed in viale Leopardi nei pressi di porta Mazzini per scongiurare la presenza di extracomunitari dediti all’attività di parcheggiatore abusivo. Sono state identificate in tutto 222 persone, tutte verificate in banca dati, di cui 33 straniere, 345 veicoli controllati ed ispezionati. Uno straniero, originario del Ghana, a cui era stato negato il permesso di soggiorno, è stato accompagnato all’ufficio immigrazione della Questura di Ancona.

Cinque le persone denunciate nel corso del servizio. Si tratta di un ventenne, marocchino, incensurato, proveniente da Foligno, che è stato denunciato per furto aggravato. La pattuglia Radiomobile è intervenuta a seguito di richiesta telefonica al 112, rintracciando il giovane nelle vicinanze del centro commerciale “Ipersimply”, in via Abbagnano, da dove si era appena allontanato dopo essersi impossessato di un power bank ed un paio di auricolari per telefonino, sottratti con destrezza. La refurtiva del valore di circa 45 euro è stata recuperata e restituita al negozio.

Invece tre giovani, un ragazzo di 19 anni e due ragazze di 22 anni, tutti di Fabriano, sono stati denunciati in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso. I tre sono stati rintracciati nei pressi della Stazione Ferroviaria di Senigallia dopo che erano stati visti mentre frugavano all’interno di una Mini Countryman parcheggiata in via Brofferio. A chiamare i Carabinieri è stato un passante che ha fornito una precisa descrizione dei tre che poco prima aveva notato mentre si aggiravano col favore del buio nel parcheggio provando ad aprire le auto in sosta. Il tentativo era andato a buon fine solo con la Mini. Poi i tre si erano allontanati in direzione della Stazione Ferroviaria. Tuttavia le perquisizioni personali, cui i predetti giovani sono stati sottoposti dai Carabinieri, non hanno consentito di rinvenire nulla. Il proprietario della Mini contattato dagli stessi militari operanti, dopo essersi recato sul posto per ispezionare la sua auto, ha riferito che non gli mancava nulla ed inoltre, circa l’assenza di segni di effrazione, ha dichiarato che probabilmente la sera prima aveva distrattamente lasciato l’auto nel parcheggio senza chiudere le serrature. I ragazzi sottoposti ad interrogatorio in caserma hanno ammesso l’addebito giustificandosi che si era trattata tuttavia di una bravata dopo che avevano trascorso la sera in discoteca.

Infine, un senigalliese di 45 anni è stato denunciato per guida sotto l’influenza dell’alcool. L’incauto automobilista è incappato nei controlli in Via Raffaello Sanzio a bordo della sua Fiat 500. Sottoposto ad accertamento alcolemico, è risultato positivo con tasso dell’1,58 gr/lt. La patente guida gli è stata ritirata per i provvedimenti di sospensione di competenza del Prefetto mentre l’autoveicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo per la confisca.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X