facebook rss

Fusione Inrca-Osimo,
il pronto soccorso osimano
resta nell’Area vasta 2 (VIDEO)

OSPEDALI - L'Inrca della Montagnola, al momento, è autorizzata solo per disporre di un Ppi di accettazione geriatrica. Il reparto di Medicina d'urgenza osimano sarà inglobato giuridicamente dall'istituto di ricerca solo quando sarà pronto il nuovo complesso ospedaliero di Camerano. Nel frattempo parte il restyling degli attuali locali
sabato 16 Settembre 2017 - Ore 13:43
Print Friendly, PDF & Email
Restyling del pronto soccorso osimano: parlano Maurizio Bevilacqua e Simone Pugnaloni

Osimo, da sinistra il sindaco Simone Pugnaloni e il dg dell’Area Vasta 2, Maurizio Bevilacqua stamattina a palazzo comunale

L’Inrca della Montagnola di Ancona

La Regione sta per deliberare sulla procedura giuridica di fusione dell’Inrca di Ancona con l’ospedale di Osimo (leggi l’articolo). Sembra ormai evidente che tutti i reparti, il personale e lo stabilimento ospedaliero del Ss. Benvenuto e Rocco transiteranno nell’organico e nel patrimonio dell’Inrca della Montagnola. Tutti, escluso il pronto soccorso dell’ospedale di Osimo con primario, medici e infermieri che resteranno ancorati alla pianta organica e al presidio unico ospedaliero dell’Asur Area Vasta 2, composto da 1 gennaio 2018 solo dagli ospedali di Jesi, Senigallia e Fabriano.

L’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale di Osimo

Una decisione quasi obbligata, considerato che l’Inrca di Ancona non ha, in questo momento, l’autorizzazione a disporre di un pronto soccorso ma soltanto di un punto di primo intervento di accettazione geriatrica. La soluzione permetterà, inoltre, al primario del pronto soccorso di Osimo, Enzo Frati di restare al vertice del Dipartimento Urgenza-Emergenza dell’AV2, come coordinatore di tutti i pronto soccorso dei presidi ospedalieri dell’Area vasta di competenza. Nel complesso ospedaliero in costruzione all’Aspio di Camerano (leggi l’articolo), però, è prevista la presenza di un reparto di Medicina di Urgenza, e tra 2 o 3 anni, quando la struttura sarà ultimata, anche l’’enclave’ del pronto soccorso osimano con tutto il personale, sarà incorporata nella nuova cittadella sanitaria del nuovo Inrca.

Le gru del cantiere nuovo INRCA all’Aspo di Camerano

La novità è emersa stamattina a margine dell’incontro stampa, convocato dal sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni, per illustrare il progetto ‘Spazio Salute’ (leggi l’articolo). In questo contesto il dg dell’Area Vasta 2, Maurizio Bevilacqua ha confermato la riapertura del reparto di Pneumologia per il prossimo 18 settembre (leggi l’articolo) e garantito che prima di Natale partirà anche il cantiere dei lavori per la ristrutturazione del pronto soccorso dell’ospedale di Osimo (leggi l’articolo). “L’ingegnere del nostro Ufficio tecnico, Claudio Tittarelli, mi ha garantito che si stanno per firmare atti amministrativi per avviare la gara per lavori del Pronto soccorso osimano. – ha specificato Bevilaqua – Dopo la pubblicazione ci saranno 15 giorni di tempo per presentare le offerte”.

(m.p.c.)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X