facebook rss

Fabriano, in Consiglio:
sicurezza, viabilità
e centro socio educativo

AULA - Ipotesi di chiusura al traffico del centro storico, nuova app comunale per inviare segnalazioni delle infrazioni del codice della strada ed impianto di videosorveglianza per garantire la sicurezza, i temi al centro della discussione dell'assemblea di Palazzo del Podestà
venerdì 29 Set 2017 - Ore 11:36
Print Friendly, PDF & Email

dal Palazzo del podesta

in Consiglio

 

di Sara Bonfili

Sicurezza e gestione della criminalità al centro del dibattito del Consiglio comunale di ieri sera (28 settembre) a Fabriano. Seduta sospesa alle 22, con le mozioni rimandate alla prossima convocazione. Sul tavolo anche segnaletica stradale e viabilità, con l’ipotesi di chiusura alle auto del centro storico e l’intitolazione di alcune strade a due personalità fabrianesi, Sergio Parca e Abramo Galassi.

Il consiglio si apre con l’allarme del consigliere Pd Renzo Stroppa sul calo di commesse delle cartiere Miliani, ora Fedrigoni Group, allarme condiviso dall’amministrazione. È stato Olindo Scattolini (Lega-FdI) a sollevare la questione sicurezza, parlando dei crescenti furti in città. Il vicesindaco con deleghe alla Mobilità, Joselito Arcioni, ha invitato a non creare allarmismo, sostenendo che i numeri di furti e atti di criminalità a Fabriano rientrano nella media delle Marche e ricordando come le forze dell’ordine siano state sempre all’erta.

Scattolini ha incalzato ancora il vicesindaco sui parcheggiatori abusivi soprattutto in zona ospedale, invitando a piazzare telecamere di sicurezza agli ingressi della città e la chiusura del centro storico. «I parcheggiatori non sono pericolosi, né così sgraditi − ha dichiarato Arcioni −. A seguito di interventi della polizia municipale è emerso che alcune persone anziane gradiscono che qualcuno le aiuti a caricare la spesa». Il vicesindaco ha poi ricordato, rispondendo alla richiesta di installazione dei dispositivi di videosorveglianza, come «le zone dove piazzare le telecamere sono individuate mediante un’ordinanza e c’è già dal 2013 un regolamento comunale al riguardo».

È ancora Arcioni a rispondere all’interpellanza sulla chiusura alle auto del centro storico, sottolineando come la mobilità sostenibile sia stata un punto del programma amministrativo. «Le precedenti amministrazioni hanno speso 517 mila euro per documenti strategici per la mobilità sostenibile e non è stato fatto molto». Pronte anche altre novità in tema di viabilità e sicurezza. Saranno piazzati autovelox con dispositivi mobili come deterrenti alle infrazioni dei limiti di velocità e dal 13 ottobre sarà operativa una app comunale con la quale «i cittadini potranno fare segnalazioni sulle infrazioni alla sicurezza stradale», ha annunciato il Sindaco.

Appalto ridotto da cinque a tre anni per l’azienda pubblica di servizi alla persona “Vittorio Emanuele II” per la gestione del centro socio educativo per disabili “Un mondo a colori”. A determinare la scelta, problemi al personale e l’impossibilità del trasporto con mezzi comunali dei ragazzi disabili insieme agli scolari.

Respinta la richiesta del consigliere di Fabriano progressista Andrea Giombi di anticipare la discussione sul caso delle scuole di Cerreto d’Esi (primaria Lippera e secondaria Melchiorri, dichiarate inagibili con ordinanza del sindaco Porcarelli a fine estate, ad un anno dal terremoto, ndr). «Le scuole apriranno a breve e non si trasferiranno più a Fabriano», ha tagliato corto il sindaco Santarelli ribattendo alla richiesta di Giombi. «Volevo che anche Fabriano si interessasse alla questione, e per questo chiedevo un’anticipazione dell’argomento nell’ordine del giorno − ha affermato a margine del Consiglio Giombi −. Penso che anche le opposizioni di Cerreto siano concordi a richiedere una consulenza tecnica d’ufficio. Questa incertezza sull’agibilità non può essere a carico dei ragazzi e delle famiglie».

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X