facebook rss

Borgo senz’acqua per
la seconda volta in tre mesi:
tornano le autobotti

FABRIANO - Autobotte Multiservizi davanti alla scuola Mazzini per la fornitura alternativa di acqua, in largo Caduti di Nassirya non c'è traccia del rifornimento. I residenti chiedono maggiori controlli e informazione
mercoledì 18 ottobre 2017 - Ore 17:09
Print Friendly, PDF & Email

Autobotte davanti alle scuole elementari Mazzini

l’avviso della Multiservizi

 

di Sara Bonfili

Quartiere Borgo a Fabriano di nuovo senza acqua potabile. Proprio ieri mattina a seguito di analisi dell’acqua della linea FAB 28 di via Martiri di Kindù, la Multiservizi Spa era uscita con un avviso su muri e nelle cassette postali degli abitanti del Borgo, e il sindaco ha emanato un’ordinanza di non potabilità dell’acqua fino a nuovo ordine e fino a quando non saranno fatte tutte le verifiche, riepilogate in una relazione, di cause e danni da parte della Multiservizi. Per la zona infatti è già la seconda volta in tre mesi, dopo l’episodio di luglio, in cui vengono rilevati batteri Escherichia coli nelle condutture, lasciando circa 5mila residenti a secco. L’autobotte stamattina è stata posizionata di fronte la scuola Mazzini. Degli scatolini di acqua nel piazzale davanti al campo sportivo di via Caduti di Nassirya non c’è traccia, probabilmente esaurite. Mamme all’uscita della scuola Mazzini commentano infastidite l’accaduto: «Sono residente qui – dice una di loro – e l’ho saputo ieri via facebook. Per fortuna non ho notizie di amici o vicini che si siano sentiti male avendola bevuta. Dovrebbero far qualcosa perché è già la seconda volta da quest’estate: evidentemente c’è qualcosa che non va».

«L’ho letto su facebook, non attraverso altre vie ufficiali – dice un’altra – Io spero proprio che non ci siano sversamenti di ditte o cose del genere. E ho sentito che questi batteri resistono anche se si fa bollire l’acqua. Comunque sia, è un fastidio».

Lorenzo, un pensionato, si attarda a prendere l’acqua dall’autobotte. «Io ho trovato un avviso della Multiservizi nella cassetta della posta, ieri pomeriggio» spiega. Cosa pensa del fatto che è già la seconda volta che accade alla stessa rete idrica in tre mesi? «Dovrebbero fare altri controlli. Va bene la Multiservizi, ma anche il sindaco dovrebbe far la voce grossa, insomma esigere spiegazioni. Io non so che pensare: o siamo tanto sfortunati noi del Borgo, o le analisi non vengono fatte troppo accuratamente dalle altre parti».

Elenchiamo per completezza di informazione le zone interessate dal divieto di potabilità: Località Civita, via Martiri di Kindù, via Fornaci, via Don Pietro Ragni, via R.Sassi, via Otello Biondi, località Cortina San Nicolò, via Martiri delle Foibe istriane, via I.Rizzi, via Brodolini, via Romagnoli, via San Cristoforo, via Caduti di Nassiria, via Merloni, via Pascoli, via Rossi, località Ca’ Maiano, località Trigo, via Martiri della libertà, via Ciampicali, Via Carlo Urbani.

Escherichia Coli nell’acquedotto, acqua non potabile in zona Borgo

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X