facebook rss

Ginnastica ritmica A1,
Fabriano è prima

RITMICA - La Ginnastica fabrianese sale sul gradino più alto del podio. Addio per Marina Piazza, ringraziata da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova, che lascia l'incarico di DTN ad Emanuela Maccarani
domenica 29 Ottobre 2017 - Ore 11:22
Print Friendly, PDF & Email

 

La Ginnastica Fabriano prima sul podio

 

Il bacio di Milena Baldassarri della Ginnastica Fabriano a Alexandra Agiurgiuculese

 

di Sara Bonfili

Quella di ieri è stata una serata magica: la ritmica fabrianese si è posizionata  prima nella seconda giornata di campionato A1, disputata nel Pala Guerrieri. Il calore dei tifosi di casa si è sentito e Fabriano Ginnastica non li ha delusi. Milena Baldassarri, Talisa Torretti, Sofia Raffaeli e Serena Ottaviani hanno fatto sognare: la Baldassarri conquista 18.600 punti alle clavette.  Primo posto per la Società fabrianese che con 95,300 supera l’A.S.Udinese che la segue in seconda posizione con 93,750 punti e la Raffaello Motto con un totale di 91,450 punti. Ottima la ginnasta Alexandra Agiurgiuculese in due esercizi, con il punteggio di 17,350 alla fune e 18,300 al nastro. Stesso dicasi per l’israeliana Ashram Linoy alle clavette che si guadagna un bel 18,500 tondo. Milena Baldassarri ottiene il miglior punteggio sia al Cerchio che alle Clavette, Serena Ottaviani sorprendente e meritato primo posto al Corpo Libero, Talisa Torretti seconda alla Fune e quarta al Nastro e Sofia Raffaeli quarta alla Palla. Ma il punteggio totale della squadra è di molto più avanti della squadra udinese e la vittoria in casa vale doppio. Delusa la squadra abruzzese, Armonia Abruzzo, data tra le vincenti che si era aggiudicata il primo posto a Desio, che si è esibita per ultima e ha raggiunto solo un quarto posto.

Classifica provvisoria: Ginnastica Fabriano prima con 47 punti, seguita dall’Armonia d’Abruzzo Chieti con 43 e dalla Udinese con 42.

Con il podio, il saluto di Fabriano alla nuova Direttrice Tecnica della sezione ritmica, Emanuela Maccarani, l’allenatrice più medagliata della storia dello sport italiano, che prende il posto di Marina Piazza. Per la Piazza un mazzo di rose rosse e il saluto di spalti, allenatori, ginnaste e giuria.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X