facebook rss

Tempesta di vento, pali
pericolanti e alberi
sulla rete dei cavi Telecom (Video)

EOLO - Polizia locale a Posatora di Ancona per un palo della Telecom che ha consigliato di ridurre il perimetro di gara di Anconagility a tutela di spettatori e concorrenti. Querce e piccoli alberi abbattuti tra San Paolo di Jesi e Cupramontana
domenica 29 Ottobre 2017 - Ore 13:16
Print Friendly, PDF & Email
I vigili del fuoco al lavoro per rimuovere gli alberi abbattuti dal vento

L’intervento della Polizia locale di Ancona a Posatora per il vento che ha indebolita una vecchia palo Telecom nelle vicinanze del campo di Anconagility

La raffiche di vento che da stamattina stanno soffiando su Ancona e sulla Vallesina hanno provocato danni a cose, ma per fortuna non a persone. Sul campo di gara di Anconagility, a Posatora, un palo della Telecom pericolante ha richiesto l’intervento dopo le 13 di una pattuglia della Polizia locale. A titolo precauzionale e per motivi di pubblica incolumità, i concorrenti sono stati costretti a gareggiare su un perimetro di campo ridotto e gli spettatori sono stati spostati sul lato opposto a quello dove di solito seguono la competizione. Problemi anche in via Torrioni, dove questa mattina un albero inclinato dal vento ha minacciato di cadere. I vigili del fuoco hanno tagliato  la pianta mettendo in sicurezza l’area. La strada è parzialmente chiusa dalla polizia municipale per tutta la durata dell’intervento.

L’intervento in via Torrioni

Disagi anche a San Paolo di Jesi dove stanotte, attorno alle 2.30, è caduta una quercia in via Scappia. I vigili del fuoco di Jesi sono intervenuti sul posto per tagliare anche le radici della pianta che rappresentavano un potenziale pericolo per gli automobilisti. Verso le 10 a Cupramontana, lungo la Sp 9 un piccolo albergo si è ripiegato appoggiandosi sui cavi della rete telefonica ed è stato poi rimosso dai pompieri, mentre a Rosora, sotto la spinta delle folate di vento, si è del tutto staccata una porzione della falda del tetto di una baracca.

(foto Giusy Marinelli)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X