facebook rss

«Ti butto l’acido in faccia»:
stalker condannato

ANCONA – Il giudice ha inflitto all’uomo una pena di 8 mesi di reclusione. Per la procura, non avrebbe sopportato la fine della storia con la sua ex, tanto da pedinarla, minacciarla e picchiarla
martedì 31 ottobre 2017 - Ore 15:22
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

L’avrebbe pedinata, aggredita e minacciata fino a dirle: «Ti butto l’acido in faccia». È stato condannato a 8 mesi di reclusione un moldavo di 34 anni finito alla sbarra con la duplice accusa di stalking e lesioni personali. Vittima, la sua ex moglie, una connazionale di 3 anni più giovane, residente a Falconara. La sentenza è arrivata questa mattina in tribunale. I fatti si sono svolti ad Ancona nell’arco del 2015. L’uomo non avrebbe digerito affatto la fine della storia con la donna. E allora, secondo la procura, avrebbe iniziato a perseguitarla. Con pedinamenti, messaggi nel cuore della notte e scenate in luoghi pubblici, alla presenza di amici, conoscenti e del figlioletto della coppia. Queste le frasi che lui le avrebbe rivolto: «Ti ammazzo, quando ti incontro di notte di butto l’acido in faccia. Ti metto nel bidone dell’immondizia così non ti trova nessuno». E ancora: «Uccido te e tua madre». L’uomo l’avrebbe picchiata in più occasioni, stringendo anche le mani attorno al collo della vittima e provocandoli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Il moldavo, difeso dall’avvocato Antonella Andreoli, era stato arrestato nell’ottobre 2015 in piazza Pertini, a seguito dell’ennesima lite avuta con la 31enne. L’uomo ha sempre rigettato tutte le accuse. Sarebbe stata l’ex a perseguitarlo, facendo incursioni sotto l’abitazione che l’ex condivide con la nuova compagna.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X