facebook rss

Eredità della madre alla parrocchia,
ma era una truffa: denunciato 55enne

OSIMO - L'uomo aveva preannunciato un cospicuo lascito testamentario a una chiesa di Osimo chiedendo però in anticipo alcune migliaia di euro per le spese legali. Il sacerdote ha intuito il raggiro e con l'aiuto degli agenti dell'Anticrimine l'ha incastrato
domenica 5 Novembre 2017 - Ore 10:47
Print Friendly, PDF & Email

Promette un lascito testamentario a una parrocchia di Osimo ma chiede un anticipo per pagare le spese legali. Il sacerdote osimano, fiuta la truffa e su suggerimento della Polizia non invia alcun compenso allo sconosciuto che viene invece denunciato per truffa. Gli agenti dell’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Osimo hanno deferito alla competente autorità giudiziaria, C.P., 55 anni, molisano, per tentativo di frode informatica commessa ai danni di un sacerdote osimano. A seguito della segnalazione ricevuta da un parroco di Osimo che lamentava di essere stato contattato da un individuo che preannunciava di perfezionare un cospicuo lascito alla parrocchia, da parte della defunta madre, chiedendo in anticipo alcune migliaia di euro da depositare su una carta di credito, a fronte delle spese legali, i poliziotti di Osimo, seguendo le tracce delle comunicazioni virtuali inviate al sacerdote, sono riusciti ad individuare il responsabile della truffa, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine per aver commesso analoghi reati ai danni di parrocchie e varie comunità religiose. Nel corso delle indagini gli investigatori, seguendo anche i contatti IPpdel computer con il quale il truffatore si era collegato, hanno potuto individuare la postazione del pc che risultava installato presso una struttura ricettiva ubicata in Romagna.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X