facebook rss

Commando assalta il Cargopier:
spaccata all’ottica Manna
e alla tabaccheria

OSIMO - L'assalto si è verificato questa notte attorno alle 3 quando i ladri incappucciati hanno sfondato le vetrine dei due esercizi commerciali. Rubati 450 paia di occhiali per un bottino di 25mila euro e 2000 euro di sigarette. La fuga per campi dopo aver tagliato la rete che divide il parco commerciale con un'azienda. Stamattina ritrovato il registratore di cassa e alcuni pacchetti di bionde abbandonati dai banditi
venerdì 10 Novembre 2017 - Ore 13:10
Print Friendly, PDF & Email

L’ottica Manna, la porta d’ingresso con cartoni in attesa di sostituire il vetro antisfondamento mandato in frantumi stanotte

Michele Manna nel suo negozio al Cargo Pier che aveva già subito un furto ad ottobre del 2016

Doppio blitz dei ladri al Cargopier: assaltati l’ottica Manna e la tabaccheria del primo piano. I furti si sono verificati questa notte, attorno alle 3. I ladri, sfondando le vetrine con un blocco di cemento, sarebbero riusciti a portare via 450 paia di occhiali griffati dall’Ottica Manna e alcune stecche di sigarette dalla tabaccheria a fianco, poi hanno tentato invano di entrare nel ‘GiorGetti biancheria’. Dopo l’allarme, la fuga per campi e sulla Statale 16.

Il commando di 4 uomini con il volto coperto da passamontagna, immortalato dalle telecamere del parco commerciale, si è diviso per assaltare i due esercizi mentre forse un quinto uomo faceva da ‘palo’. Dei quattro solo 2 sono entrati nei negozi, i complici sono rimasti fuori. Dopo aver mandato in frantumi le porte di vetro antisfondamento in simultanea, un bandito è entrato nella tabaccheria ed ha razziato circa 2000 euro in pacchetti di sigarette, un altro è corso dentro l’ottica e con l’aiuto di un bidone dove gettava dentro le montature, ha fatto razzia di occhiali griffati. Una tecnica sincronizzata e quasi militare. “In un minuto, mentre il nebbiogeno entrava in azione e scattavano gli allarmi nostro, della tabaccheria e del negozio accanto, questo individuo è riuscito ad arraffare 450 paia di occhiali da sole – racconta Michele Manna, il titolare dell’ottica – I 2 colpi sono durati in tutto 3 minuti come confermano le telecamere del cento commerciale e del nostro negozio”

L’interno dell’ottica Manna con il personale impegnato a fare l’inventario della merce, sul bancone il registratore di cassa abbandonato dai banditi durante la fuga

La fuga della banda è avvenuta al rallenti. “Le spycam hanno ripreso i banditi  mentre camminano tranquilli per i corridoi esterni del centro commerciale, affatto disturbati dagli allarmi che squillavano e dai carabinieri del Radiomobile che stavano arrivando, come se fossero ben consapevoli di farla franca – aggiunge il commerciante – Poi, dopo i furti, sono scesi al piano terra, nel piazzale principale del parcheggio del centro e sono fuggiti per campi. Prima però hanno tagliato la rete che divide la recinzione del Cargo Pier con l’azienda Italpolimeri e da lì sono fuggiti probabilmente sulla statale 16 dove si ipotizza che avessero lasciato un mezzo”. I carabinieri del Norm di Osimo, stanotte mentre arrivavano a sirene spiegare, hanno intravisto un’utilitaria allontanarsi dall’area del Cargo Pier. Le denunce di furto sono in itinere in attesa di definire gli inventari della merce. Per la tabaccheria è il primo furto, per l’Ottica Manna il secondo in un anno, In tarda mattinata i carabinieri della stazione di Osimo hanno ritrovato nella striscia di verde che si incunea tra il parco commerciale e dell’azienda confinante il registratore di cassa dell’ottica con il cassetto forzato e diversi pacchetti di sigarette persi dai banditi nella fuga.

La tabaccheria al secondo piano del Cargo Pier depredata stanotte con la porta a vetri effranta

“Sì è il secondo furto che subiamo, eravamo già stati visitati ad ottobre 2016.- ricorda Michele Manna- Stavolta bottino e danni sono stati più contenuti anche se da una stima approssimativa posso ipotizzare che ammontano a 25mila euro. Dopo il furto dell’anno scorso avevamo installato il nebbiogeno da affiancare come antifurto alle telecamere. L’unica cosa che ci manca sono le sbarre di ferro, ma obiettivamente mi sembra un presidio eccessivo oltre che sgradevole. La nostra denuncia è stata formalizzata, ora porteremo i filmati delle telecamere. Siamo coperti da assicurazione, noi però non ci arrediamo: l’importante è rimettersi subito in carreggiata con tutta la merce esposta. Nel pomeriggio saremo di nuovo operativi, come se nulla fosse accaduto”.

(Servizio aggiornato alle 13.30)

La recinzione che divide il centro commerciale Cargo Pier dall’azienda, tagliata dal commando per aprirsi un varco nella fuga sulla statale 16

Il piazzale del Cargo Pier da dove sono entrati e fuggiti i banditi

L’ingresso posteriore del Cargo Pier

L’area dei tre negozi dove hanno colpito i ladri

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X