facebook rss

Natale a Fabriano, Santarelli:
“Un anno zero con il botto”
Ma senza Capodanno in piazza

FABRIANO - Presentato il cartellone delle feste. Il sindaco: "Scrolliamoci la negatività di dosso e cambiamo trend. Ci prendiamo la nostra responsabilità, e si vedrà il 7 gennaio". Al posto del concerto di fine anno e dei fuochi d'artificio, il veglione "indoor" al palazzetto
mercoledì 6 dicembre 2017 - Ore 10:37
Print Friendly, PDF & Email

La presentazione degli eventi natalizi 2017 di stamani in sala Giunta. Il vice sindaco Arcioni, il sindaco Santarelli, l’assessore alle attività produttive Pagnoncelli e l’assessore alla cultura Venanzoni

il disegno orginale del cartellone, con San Nicola – Santa Claus con le vesti tratte daun dipinto del fabrianese Allegretto di Nuzio

 

di Sara Bonfili

“Eravamo partiti con una cosa più soft, ma quando abbiamo visto il grande entusiasmo di tutti gli impiegati comunali, della giunta, abbiamo deciso di organizzare un evento più importante, come se fossimo al secondo o al terzo anno”. Insomma di iniziare col botto. Questa è in un certo senso la giustificazione del sindaco di Fabriano Santarelli, alla ricchezza delle iniziative per il Natale 2017, che vanno dall’acquisto di una pista del ghiaccio ecologica all’affitto di 30 casette di legno per il mercatino per circa 30mila euro, alla pubblicità cartellonisitica, vele, passaggi radiofonici, manifesti 6 per 3 metri nelle città delle Marche come Ancona e Macerata, ma anche in grandi metropoli come Roma. Con l’intenzione di richiamare un turismo di tutte le età, da fuori regione, e di rilanciare Fabriano come bella città vivace e piena di iniziative. Giustificazione che il sindaco si aspettava di dover dare, date le critiche che sono arrivate a più riprese non solo dalle opposizioni, per i costi ritenuti “troppo onerosi” del Villaggio di Babbo Natale, ma anche da parte di alcuni commercianti del centro che non avevano ritenuto giusta la spesa quando si sono visti chiedere il contributo per le luminarie. E che ora partecipano al finanziamento dell’albero (ecologico, in metallo illuminato a led) di piazza del Comune, come annunciato da Antonella Bartolini, presidentessa dell’Associazione Commercianti di Fabriano (o Centro commerciale naturale).

Il cartellone natalizio 2017 inaugura ufficialmente l’8 dicembre, con l’accensione dell’albero alle 18.15 e l’avvio della pista di pattinaggio, e comprende un planetario digitale prestato dal Parco Gola della Rossa con capienza di 25 persone, il mercatino delle eccellenze del territorio, le mostre di  artigianato artistico, gli espositori di agricoltura a km “zero” e di enogastronomia, le degustazioni, i corsi di cucina al mercato coperto di piazza Garibaldi, dove si daranno il cambio le associazioni locali come l’Agesci, “Rinascere con fantasia” e molte altre, le mostre a Palazzo del Podestà (le cui mura saranno valorizzate con proiezioni di luci), la presenza degli artigiani del prodotto principe di Fabriano, come Sandro Tiberi e la sua Accademia della carta. E ancora, l’intrattenimento dei bambini con un Babbo Natale in carne e ossa, quello dei grandi con la musica di Emergency (che da anni organizza concerti rock ai giardini dell’Agraria), una pista di pattinaggio ecologica in Piazza Garibaldi, un circuito ciclabile per bambini promosso dall’associazione “Pedale Stracco”. L’assessore alle attività produttive Barbara Pagnoncelli ha illustrato una per una le iniziative e ringraziato le associazioni locali che organizzeranno le proposte per bambini e famiglie. E’ toccata a lei la spiegazione del  tanto criticato (dalle opposizioni) acquisto della pista di ghiaccio ecologica di 72mila euro: “Il consumo è inesistente. Infatti i pannelli polimerici si rinnovano con il passaggio delle lame, la pista di 200mq è utilizzabile con qualsiasi temperatura, in qualsiasi evento, e avrà in questo caso  l’assistenza della Fortitudo Pattinaggio. Il costo abbiamo visto che potrà essere coperto in tre anni e mezzo già solo con le sponsorizzazioni nei banner, che per questo Natale valgono 10 mila euro. Invece – spiega l’assessore – una pista tradizionale consuma 16.250 kw, 19mila litri di acqua, emette 4,8 tonnellate di Co2 al mese. Lo scorso anno costava 12 mila euro solo di spese per i consumi”.

Così Antonella Bartolini, dei commercianti: “Siamo in questo assetto solo da giugno, e con le nostre quote mensili di 25 euro riusciamo a finanziare parte delle attività, cioè l’albero di Natale. Criticavamo soprattutto la scelta della location del villaggio di Babbo Natale, piazza Garibaldi, perché è il parcheggio principale, centro nevralgico in cui ci sono molti negozi. Abbiamo fatto le nostre considerazioni e apprezzato il passo indietro dell’amministrazione, che lo ha riaperto parzialmente”. “Dopodiché –  continua la Bartolini – alcuni commercianti non associati hanno deciso di versare un contributo per illuminare le vie laterali al corso, cosa che non era mai accaduta, e quindi ci riteniamo soddisfatti”.

l’assessore Pagnoncelli

“Ecco i costi di cui non abbiamo parlato: 7.000/8.000 euro per il servizio di vigilanza di piazza Garibaldi, 5.000 euro, grosso modo, per la grafica e la pubblicità su tutti i canali” fa eco il sindaco. La pubblicità tradizionale si affianca a quella “smart”: lanciate tre nuove pagine social, Instagram, Facebook FabrianoEventi Anno 0 e Twitter, e in arrivo un qrcode per dare i dettagli extra nei punti informativi. “Va tutto bene? No, di certo, ma non abbiamo scritto con il sangue su pietra: le iniziative sono migliorabili e noi siamo sempre aperti a critiche, a incontrare la popolazione e gli esercenti, e così abbiamo fatto per aggiustare il tiro” aggiunge Santarelli, che ha riconosciuto di apparire baldanzoso per i suoi post su Facebook con cui pubblicizzava l’iniziativa, ma ha confermato: “Avremmo fatto la stessa scelta altre mille volte. Per noi è l’anno zero, vogliamo scrollarci di dosso la negatività del passato, cambiare il trend  e rilanciare l’immagine di Fabriano partendo da qui”. Perché non coinvolgere gli esercizi al di fuori del centro?, è una critica sollevata che nascerebbe dalle lamentele dei commercianti del Borgo e di Santa Maria, fuori dal circuito natalizio comunale. “Bisogna essere proattivi – risponde il sindaco – i nostri consiglieri hanno fatto il giro dei commercianti per chiedere i contributi, non è pensabile che l’amministrazione si rivolga ad ognuno chiedendo delle proposte, semmai ci saremmo aspettati il contrario”.

Mobilità e parcheggi: ci saranno dei bus navetta che fermeranno in piazzale Matteotti e in quello della Piscina, con gli orari comunicati nei depliant. Per chi ha l’abbonamento al parcheggio di piazza Garibaldi è in arrivo una proroga di un mese, come risarcimento del fastidio. “Abbiamo pensato alle soluzioni per i problemi che ci avevano comunicato, ma naturalmente non accontentiamo tutti. Preferiamo aver dato un volto definito a questa iniziativa, che doverla annacquare o snaturare per far contenti gli uni o gli altri. Così se ci saranno critiche, ci prenderemo la nostra responsabilità”, la conclusione sicura di Santarelli.

E la festa di Capodanno in piazza? “I capodanni che funzionavano erano quelli con i fuochi d’artificio dal Podestà, e preferiamo evitarli, anche perché nel tempo hanno rovinato i soffitti di Palazzo del Podestà – spiega Santarelli – Avremmo dovuto richiamare molta gente con un personaggio di spicco, con alte spese e il rischio che il maltempo mandi tutto a monte, perciò abbiamo preferito dar spazio a tre soggetti (il ristoratore Fabio Michelini, Janus Basket e Aera, ndr.) che organizzeranno il veglione al palazzetto, senza litigare, e con iniziative dedicate ai giovani e agli anziani. Così uniamo più generazioni”.

 

 

 

 

 

 

 

Battaglia delle luminarie, domani il verdetto dei commercianti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X