facebook rss

Il week end di ‘Natalfidardo’
si apre con il mercatino bio

CASTELFIDARDO - Domani alle 17 lo spettacolo 'Hold me',  danza verticale sulla torre campanaria della Chiesa Collegiata di Santo Stefano
Print Friendly, PDF & Email

La piazza di Castelfidardo addobbata per il Natale

Si annuncia “verticale” e “profondo” il secondo week-end di Natalfidardo, il contenitore di eventi promosso dal Comune in collaborazione con la Pro Loco e i commercianti. Condizioni meteo permettendo, animazione e intrattenimenti si aprono domani, 16 dicembre, con il mercatino di espositori di prodotti da regalo, bio e km 0 nel centro storico. “La novità assoluta – fa sapere una nota stampa del Comune di Castelfidardo – viene da hold me,  danza verticale sulla torre campanaria della Chiesa Collegiata di Santo Stefano (alle 17) che unisce due arti in aria e note: quella della danzatrice Caterina Del Giudice e dell’ambasciatore della fisarmonica Antonino De Luca. Un “numero” in cui danza e musica si inseguono tra balzi, sguardi e acrobazie per fondersi e tenersi vicini, dando vita ad una che porta anche lo spettatore vivere un’esperienza personale e suggestiva. Ma nel palinsesto figura anche lo spettacolo di magia alle 16 in piazza, la presentazione presso la libreria Aleph (ore 18) del fantasy di Elisabetta Capecci “La bestia e l’ombra e l’incontro (ore 17.00, circolo Boccascena di via Montebello) con Riccardo Tordoni, autore e interprete della rappresentazione teatrale “Francesco Polvere di Dio” in programma all’indomani (ore 17) in Auditorium San Francesco”.

La giostrina per i bambini in fase di montaggio a Castelfidardo

La giornata di domenica è caratterizzata dai Lego Lab a cura di E-Movere nell’atrio del Palazzo Comunale (ore 16), dalla musica itinerante dalla banda di Filottrano, “dalla presenza di Babbo Natale- chiude il comunicato-  pronto a ricevere le letterine dei bambine nelle grotte dell’Istituto Sant’Anna (16.30-19.00) e dai racconti di Francesca Pierini per bimbi di ogni età alla libreria Aleph (ore 18). L’evento di punta è comunque lo spettacolo delle 17 in Auditorium (ingresso 5 €), frutto di una appassionata ricerca storiografica di Riccardo Tordoni, da cui scaturisce una lettura inedita dell’uomo e del Santo; in cui lo stesso autore funge da tramite fra la vita di Francesco e quella dello spettatore spronando all`impegno, alla trasformazione e alla scoperta”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page