facebook rss

Fuochi d’artificio fuori legge,
la polizia sequestra
una “polveriera” di botti illegali

ANCONA – Denunciati i coniugi che gestivano lo spaccio irregolare. Un magazzino della frazione di Montacuto era stato allestito come un punto vendita, con vecchi banco frigo di attività alimentari utilizzati come vetrine per mettere in mostra i fuochi pirotecnici, tutti venduti senza alcuna autorizzazione e immagazzinati senza rispettare le norme di sicurezza
venerdì 29 Dicembre 2017 - Ore 15:42
Print Friendly, PDF & Email

I fuochi d’artificio “in vetrina” divisi per tipologia: settore “rumorosi” da un parte, settore “spettacoli” dall’altra

 

Botti di Capodanno, la polizia mette a segno il sequestro di una vera e propria polveriera. Lo spaccio di fuochi d’artificio illegali è stato scoperto dagli investigatori della squadra mobile di Ancona e dalla divisione della polizia amministrativa e sociale della questura, che hanno sequestrato un intero magazzino pieno di giochi pirotecnici scaduti e privi del marchio CE. Il materiale è stato trovato all’interno di un locale nella frazione di Montacuto ad Ancona, dove era stato allestito uno spaccio dei botti senza alcuna autorizzazione ad uso commerciale. Il punto vendita era stato organizzato in maniera “artigianale”, recuperando vecchi banchi frigo da negozi alimentari come vetrine per i botti illegali. L’indagine coordinata dalla procura di Ancona è stata condotta sia tramite l’esame di atti amministrativi, sia tramite ricerche ed appostamenti, che si sono concluse nella serata di giovedì 28 dicembre con l’irruzione degli agenti nella rivendita abusiva. Dietro al bancone, i poliziotti hanno trovato i due proprietari del magazzino ed esercenti dell’attività abusiva, una coppia di coniugi senza alcuna autorizzazione prefettizia e licenza commerciale per la detenzione e la vendita dei giochi pirotecnici. Entrambi sono stati denunciati. Inoltre, tutto il materiale era immagazzinato senza rispettare le norme di sicurezza, rappresentando così un potenziale pericolo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X