facebook rss

Faccia a faccia con i ladri,
banditi inseguiti e messi in fuga
dal padrone di casa

OSIMO – Scatta l'allarme, moglie e marito seguono in diretta dal video del cellulare il furto. Il proprietario dell'abitazione li ha affrontati senza paura, ma dopo una colluttazione i due, armati di cacciavite e arnesi da scasso, sono riusciti a fuggire. Ora i malviventi sono ricercati dai carabinieri
domenica 14 Gennaio 2018 - Ore 13:51
Print Friendly, PDF & Email

 

“Paura? Erano più spaventati loro di me, non riuscivano a capire come li abbiamo sorpresi”. Racconta di non averci pensato troppo il proprietario di un appartamento della zona di via Marco Polo a Osimo, che la sera di venerdì si è trovato i ladri in casa e li ha affrontati a viso aperto. A mente fredda, ha avuto un bel fegato. Il padrone di casa ha rincorso i due banditi nei campi tra via Flaminia e Marco Polo, li ha bloccati ed ha ingaggiato una breve colluttazione, ma alla fine la vittima si è dovuta arrendere: due contro uno, due banditi armati di lunghi cacciavite e arnesi da scasso, l’uomo non ha potuto trattenere i malviventi. Magra consolazione, i carabinieri hanno l’identikit dei due ladri, filmati a volto scoperto dal sistema di videosorveglianza della casa. I due sono ricercati dai militari della compagnia di Osimo sulla base dei fotogrammi delle telecamere. La sequenza da brivido è avvenuta venerdì attorno alle 19. I due ladri sono entrati nell’appartamento al secondo piano della palazzina sfondando il vetro di una finestra. Non potevano sapere però che il sistema di telecamere dell’abitazione li stava filmando in azione. Ai padroni di casa è arrivato immediatamente l’allarme sul cellulare e tramite le immagini hanno potuto seguire in diretta le mosse dei malviventi. Moglie e marito ci hanno messo nemmeno due minuti a reagire. Prima la chiamata al 112, poi la donna decide di citofonare per mettere in fuga i ladri e limitare i danni all’appartamento. I due ladri al suono del campanello scappano, in mano hanno una refurtiva di pochi gioielli che sono riusciti ad arraffare nella concitazione. Il marito invece non ci sta a subire il furto. “Ero a 500 metri da casa quando è scattato l’allarme, sono corso e ho trovato i due ladri che stavano girando per strada come due turisti. Quando li ho fermati erano più spaventati di me, non capivano come potevano essere stati scoperti. Ho avuto paura? Se ogni volta ragioniamo che bisogna lasciar correre non se la finiranno mai” commenta l’uomo, che chiede di rimanere anonimo fino al termine delle indagini dei carabinieri. I due ladri hanno tentato una fuga nei terreni agricoli della zona di via Flaminia, ma l’uomo è riuscito a trattenerli. Qualche spintone, una colluttazione, poi finisce il momento di spaesamento dei banditi, i due ladri tirano fuori i cacciavite e minacciano la vittima, che è costretto a lasciarli andare. Ora i due sono ricercati per furto.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X