facebook rss

La nebbia blocca
Icaro in spiaggia

ANCONA – Soccorsi resi complicati da condizioni meteo e guai al centralino del 118. Oggi l'eliambulanza non ha potuto decollare, ieri pomeriggio è stata costretta ad atterrare a Palombina per la mancanza di visibilità dopo aver tentato un'uscita
domenica 28 Gennaio 2018 - Ore 16:54
Print Friendly, PDF & Email

Eliambulanza, foto d’archivio

 

Meteo e contrattempi, lavoro del 118 complicato tra ieri e oggi dagli imprevisti. Sabato pomeriggio l’eliambulanza è stata costretta all’atterraggio sulla spiaggia di Palombina per l’arrivo improvviso di un banco di nebbia, che nelle ultime ore ha avvolto Ancona e dintorni. Icaro si è alzato in volo ieri pomeriggio dall’ospedale regionale di Torrette nel tentativo di raggiungere l’hangar dell’aeroporto di Falconara, ma è stato bloccato dal banco di nebbia ed è stato costretto alla sosta in spiaggia, fino a stamattina. Icaro 2 nel pomeriggio di sabato si è alzato in volo da Fabriano e ha tentato il trasporto di un paziente all’ospedale regionale, ma si è dovuto fermare a Castelfidardo a causa della fitta nebbia.

La pista dell’elisoccorso oggi vuota a causa della nebbia

Il paziente è stato preso in consegna dall’ambulanza della Croce Verde che lo ha trasportato all’ospedale regionale di Torrette, mentre l’eliambulanza è tornata al Profili. Stamane nessun volo da Torrette è stato autorizzato, perché l’eliambulanza non è abilitato al volo strumentale di notte e con scarsa visibilità e non ha il doppio pilota, in attesa del potenziamento che porterà Icaro a volare H24. Soccorsi complicati oggi anche da un guasto al centralino telefonico del 118, funzionante solo una linea telefonica. Non è la prima volta negli ultimi mesi che la centrale di Ancona Soccorso è stata costretta a correre ai ripari per sopperire ai guasti delle linee del telefono.

Elisoccorso, al via il potenziamento con i fondi degli sms solidali: basi anche nei Comuni terremotati

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X