facebook rss

L’arcivescovo Spina
inaugura la nuova sede
dell’Accademia Lirica

OSIMO - I solisti ora studiano nei locali al secondo piano di Palazzo Gallo Carradoni di piazza Dante. "La musica è un linguaggio che parla a tutti ha detto mons. Angelo Spina
Print Friendly, PDF & Email

I solisti dell’Accademia lirica di Osimo con padre Venanzio Sorbini, il direttore artistico, l’arcivescovo Spina ed il sindaco Pugnaloni

Il sindaco Pugnaloni (a sinistra) con l’arcivescovo Spina e padre Venanzio Sorbini

Inaugurata stamattina ala presenza dell’arcivescovo Spina la nuova sede dell’Accademico d’Arte Lirica di Osimo a palazzo Gallo Carradori dove era stata costretta a trasferirsi dopo la dichiarazione di inagibilità dell’ala dell’ex liceo di Palazzo Campana che da anni l’ospitava. “Una storia lunga 39 anni, un’istituzione musicale che ha saputo distinguersi a livello internazionale. E il merito, più di tutti, lo dobbiamo ad un grande uomo, per la sua passione e per il costante impegno profuso in questo progetto. Grazie a Padre Venanzio Sorbini, a cui l’amministrazione comunale ha recentemente conferito la civica benemerenza” ha commentato sui social il sindaco Simone Pugnaloni, ospite all’evento.

Palazzo Campana, la sede dichiarata inagibile all’ex liceo classico che ospitava diverse associazioni culturali di Osimo

La nuova sede dell’Accademia, si trova in un appartamento di proprietà della Curia, al secondo piano del nobile Palazzo Corradori-Gallo a Piazza Dante. I solisti dell’accademia, accompagnati dalla pianista Alla Simoni, alla presenza del maestro De Vivo, si sono esibiti in un breve repertorio tratto dalle opere di Mozart, Donizetti e Verdi. “La musica è un linguaggio che parla a tutti – ha detto il vescovo Spina dopo essersi congratulato con gli artisti – attraverso cui trasmettere bellezza, gioia e pace”.

Terremoto, Palazzo Campana a rischio inagibilità: già impraticabile l’ala dell’ex liceo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X