facebook rss

Le Regine da Ancona fanno impazzire
il Carnevale di Venezia

ANCONA – Il gruppo anconetano si classifica terzo nel concorso delle maschere più belle di piazza San Marco. Le Regine finiscono in centinaia di foto e video rimbalzati in tutto il mondo tramite i social. “Una follia, non ce l'aspettavamo. Adesso? Vedremo cosa fare al Carnevalò”
Print Friendly, PDF & Email

 

Star dei social e di piazza San Marco, forse più acclamati della stessa Regina Elisabetta. Almeno in questo fine settimana di Carnevale a Venezia. Lungo i vicoli della laguna, il pubblico ha fatto a gara per avere un selfie o una foto ricordo con loro, letteralmente braccati ad ogni angolo. I video e le foto sono rimbalzati su tutti i social, basti pensare che un solo filmato ha sforato in breve tempo le 290mila visualizzazioni. Sono le Regine di Ancona. Avevano fatto furore lo scorso anno al Carnevalò, ma quest’anno hanno sbancato Venezia. Il divertimento e l’affetto del pubblico è stato così travolgente che il gruppo di ragazzi anconetani è stato premiato con una medaglia di bronzo, il terzo posto nella classifica delle maschere più belle del Carnevale di Venezia assegnato domenica dalla giuria di qualità che ha valutato i costumi in gara arrivati da tutto il mondo per la sfilata di piazza San Marco. “Non ce lo saremmo mai aspettati, non eravamo pronti a questo successo” commenta divertito Riccardo Toccaceli, una delle “regine” Elisabetta. La maschera goliardica è stata messa in scena da un gruppo di nove amici anconetani di lunga data e un ragazzo di Roma delle professioni più disparate, dall’infermiere all’operaio. Che per l’occasione sono diventate otto Regine “pantone” e due guardie reali.

Le Regine lungo i vicoli di Venezia

“Ogni anno a Carnevale ci inventiamo qualcosa per divertimento, per gioco, con lo spirito di strappare una risata, non lo facciamo certo per ambire a chissà cosa” spiega Toccaceli. “L’idea della Regina come tema del costume ci era venuta lo scorso anno, per i 65 anni di regno di Elisabetta. Già al Carnevale di Ancona la gente era entusiasta, così ci abbiamo provato anche a Venezia: ci siamo iscritti al concorso, ma non potevamo immaginare questo successo, siamo diventati la mascotte del Carnevale. Tutti ci fermavano per strada, ogni commerciante ci invitava in negozio, ci siamo dovuti fare largo con le nostre due guardie reali” scherza Toccaceli. Dopo il clamore di Venezia, impossibile non riproporre la maschera anche al Carnevalà di domenica prossima. “In realtà vogliamo portare una nuova maschera, ci stiamo lavorando, vedremo” ribatte Toccaceli. Anche perché il dolore ai piedi per farsi su e giù Venezia con i tacchi non è ancora passato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page