facebook rss

Denunciato per stalking
dalla fidanzatina delle elementari
il giorno di San Valentino

SENIGALLIA - A rivolgersi alle forze dell'ordine è stata una commessa di 28 anni, presunta vittima di un pressing indiretto da parte di un suo coetaneo, il ragazzo con cui aveva stretto una particolare amicizia ai tempi della scuola primaria. Un incontro casuale, dopo anni di non frequentazione, avrebbe fatto riscattare la miccia dell'amore in lui
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale

 

Si rivedono dopo 18 anni e l’affetto scoppiato alle scuole elementari. Lui, un  operaio 28enne di Senigallia, tenta un approccio timido. Lei rifiuta. Dopo qualche mese, c’è un secondo incontro casuale nel centro commerciale dove lei fa la commessa. Allora lui inizia a frequentare sempre più la struttura dove lei lavora, parcheggia l’auto vicino alla sua e, per due volte, la segue. La ragazza, sua coetanea, va dalle forze dell’ordine e lo denuncia. Il 14 febbraio 2018. Ora, il 28enne si ritrova indagato per stalking. È la storia finita questa mattina in tribunale, dove il giovane ha dovuto affrontare un interrogatorio davanti al giudice a seguito della querela sporta dell’ex fidanzatina e dalla disposizione da parte del tribunale di non avvicinarsi alla presunta vittima. Il ragazzo, difeso dall’avvocato Corrado Canafoglia, ha confermato di aver tenuto le condotte descritte dalla 28enne e, dunque, di aver iniziato a frequentare il suo luogo di lavoro, ma ha anche sottolineato di non aver mai tenuto un atteggiamento violento e non di aver avuto un approccio diretto con la vittima, se non dopo il primo fortuito incontro. Starà alla procura valutare se il comportamento dell’operaio possa essere tale da supportare un’accusa di stalking in un eventuale processo. Tutta la vicenda ha avuto inizio lo scorso autunno. I due non si vedevano dai tempi delle elementari, quando avevano stretto un’amicizia particolare. Rincontrandola, in lui deve essere scattato l’affetto per i tempi che furono. Ha dunque tentato un approccio con un sms per chiederle di rivederla. La ragazza non ha accettato. Per almeno tre mesi, tra loro non c’è stato alcun contatto. Poi, il secondo colpo di fulmine, al centro commerciale dove lei fa la commessa. Nel 28enne deve essere scattato qualcosa, tanto da spingerlo a seguire la ragazza e a frequentare sempre di più il complesso commerciale. Atteggiamenti che, stando al racconto della difesa, nasconderebbero un atteggiamento molto timido e per nulla disinibito nell’atto del corteggiamento. Fatto sta che la commessa, dopo un mese di pressing indiretto, lo ha denunciato per stalking. Proprio il giorno di San Valentino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X