facebook rss

Fabriano al voto
con i seggi al gelo

FABRIANO - Il freddo ha fatto gelare le tubature dell'acqua delle scuole e nei locali dove si voterà, nelle frazioni più impervie, in conseguenza delle nevicate degli scorsi giorni. Difficoltà anche a riscaldare i locali. E il sindaco di Fabriano scrive al Prefetto di Ancona
Print Friendly, PDF & Email

Comune di Fabriano

 

Quaranta seggi più uno speciale per far votare i malati in ospedale sono in allestimento a Fabriano per le elezioni politiche di domani 4 marzo 2018. Oltre ventitremila fabrianesi si apprestano ad esprimere il proprio voto in città e nelle frazioni. Si voterà, come si sa, secondo la legge elettorale Rosatellum per Camera e Senato, dalle ore 7.00 alle 23.00 di domani. Molti sono i seggi che si trovano nelle tante frazioni di Fabriano, e negli anni sono stati accorpati per comodità e risparmio di risorse, cercando di garantire l’accessibilità e i servizi per gli abitanti delle frazioni contigue, come ci confermano dall’ufficio elettorale. Ma le temperature rigide degli ultimi giorni hanno messo in difficoltà il Comune: alcuni seggi hanno, a quanto fa sapere il sindaco Santarelli, difficoltà a far funzionare i riscaldamenti e tubature gelate per cui l’acqua potrebbe non essere disponibile. Santarelli ha denunciato la mancanza di attenzione di chi ha “deciso di far svolgere le elezioni in pieno inverno”, fatto che secondo il sindaco dimostrerebbe una perdita  “totale di contatto con la realtà”.  “Nelle frazioni – racconta – abbiamo problemi per riscaldare gli edifici e addirittura in alcuni seggi le tubature dell’acqua sono gelate e rischiano di rendere inutilizzabili i servizi igienici”, afferma Santarelli via social networks, annunciando di aver “scritto al Prefetto per denunciare la situazione e per dirgli che noi ci stiamo provando ma non assicuriamo di poter riuscire a preparare tutto per il meglio”.

Elezioni 2018: come si vota con tutte le novità del Rosatellum Spoglio dalle 23 di domenica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page