facebook rss

Rapimento Moro, San Paolo di Jesi
ricorda l’appuntato Domenico Ricci
e gli altri uomini della scorta

SAN PAOLO DI JESI - Stamattina la cerimonia commemorativa del quarantennale della strage di via Fani dove perse la vita il carabiniere originario della città della Vallesina. Con il sindaco Sandro Barcaglioni, altri colleghi e il figlio del militare
lunedì 19 Marzo 2018 - Ore 19:30
Print Friendly, PDF & Email

La foto ricordo dei sindaci della Vallesina nel quarantennale della strage di via Fani, scattata nell’aula consiliare di San Paolo di Jesi e postata sui social media dalla prima cittadina di Staffolo, Patrizia Rosini

Con il sindaco di San Paolo di Jesi, Sandro Barcaglioni, diversi primi cittadini della Vallesina, stamattina hanno ricordato Domenico Ricci, Oreste Leonardi, Francesco Zizzi, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera, gli uomini della scorta di Aldo Moro morti nella strage di via Fani a Roma, 40 anni fa. L’appuntato Domenico Ricci era originario di San Paolo di Jesi. Suo figlio Paolo, oggi ha partecipato alla cerimonia commemorativa nell’aula consiliare, poi insieme alle autorità civili e militari ha reso omaggio alla tomba del padre nel cimitero cittadino.

Due marchigiani su fronti opposti tentarono di salvare Moro: la moglie Noretta e Moretti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X