facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Incidenti, strade marchigiane
a rischio per i motorini

IL DATO - Con un incidente ogni 3.533 abitanti il territorio è la terza regione italiana con la più alta densità di sinistri, preceduta soltanto da Toscana e Liguria. La provincia di Ancona se la cava meglio con un episodio ogni 4762 abitanti
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Con un incidente ogni 3.533 abitanti le Marche sono la terza regione italiana con la più alta densità di sinistri con motorini, preceduta soltanto da Toscana e Liguria. Sono i risultati di un’analisi fatta da Das, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale. La provincia di Macerata se la cava un po’ meglio, risultando 38esima nella classifica delle province italiane per densità di incidenti con motorini. «Negli ultimi anni – spiega Roberto Grasso, amministratore e direttore generale di Das – sono cambiate le abitudini e le esigenze di mobilità delle persone e di conseguenza anche i rischi connessi. Purtroppo non sempre gli incidenti sono collegati alla guida di veicoli di proprietà, spesso ci si può trovare coinvolti in spiacevoli eventi anche con auto a noleggio, utilizzando il car sharing, procedendo a piedi, in bicicletta, in moto o sui mezzi pubblici. Se si viaggia all’estero  i rischi si moltiplicano, le normative e le sanzioni previste in caso di violazioni sono diverse in ogni Paese e subentrano inoltre problemi legati alla lingua straniera».

La provincia di Pesaro (decima a livello nazionale) è in regione quella con il più alto tasso di incidenti (1 su 2.139 residenti). Ascoli è la seconda (15esima a livello nazionale) per densità di incidenti con motorini (1 ogni 2.839), precedendo Ancona (1/4762) e Macerata (1/5005), che nella classifica nazionale elaborata da Das occupano rispettivamente la 34esima e la 38esima posizione. Relativamente più sicure sono per i motorini le strade della provincia di Fermo (48esima a livello nazionale), dove è stato rilevato un sinistro ogni 5.854 abitanti. Per quanto riguarda i sinistri con biciclette, le Marche occupano la settima posizione nella classifica delle regioni con la più elevata densità di incidenti (1/3.334). Secondo quanto rilevato Das, Pesaro Urbino è la provincia marchigiana (19esima  a livello nazionale) dove si son verificati più sinistri in rapporto alla popolazione (1/1.913), seguita da Ascoli Piceno (1/2878 – 39° in Italia) e Ancona (1/4492 – 54°). Qualche rischio in meno corrono i ciclisti della provincia di Fermo (1/4.622), che a livello nazionale è esattamente a metà (56° posto) della graduatoria delle province con più sinistri. Chiude la classifica regionale la provincia di Macerata (64°), dove Das ha registrato un sinistro ogni 5619 residenti. Le Marche sono anche la nona regione italiana per diffusione di incidenti con moto (1/1783 residenti), con la provincia di Pesaro Urbino (1/1.242 – 17° in Italia) che guida la classifica regionale. Ancona (1/1671), seconda in regione, è 31° a livello nazionale e precede Ascoli Piceno (1/1811 – 36°). Das ha rilevato un più basso tasso di sinistri nelle province di Macerata (1/2.604 – 60°) e Fermo (1/3.444 – 79°).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X