facebook rss

Tragedia familiare:
spara alla moglie
con un fucile e la uccide

PORTO SANT'ELPIDIO - Sul posto la polizia del commissariato di Fermo, i carabinieri e i sanitari della Croce verde di Porto Sant'Elpidio. Esplosi due colpi. La donna è stata colpita anche al torace. A sparare sarebbe stato il marito
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli e Pierpaolo Pierleoni

La vittima, Silvana Marchionni

Shock nel primissimo pomeriggio di oggi a Porto Sant’Elpidio, zona Corva, dove un’anziana è morta dopo essere stata raggiunta da tre colpi d’arma da fuoco esplosi con un fucile. A sparare è stato il marito. O almeno l’uomo è, per il momento, il principale indiziato. Sul posto, oltre ai sanitari della Croce verde di Porto Sant’Elpidio, i carabinieri e la polizia del commissariato di Fermo.

A sparare alla donna, Silvana Marchionni, 75 anni, il marito, Giuseppe Valentini di 78 anni. Tre colpi esplosi con un fucile regolarmente detenuto, che hanno raggiunto la donna al torace e al volto. Due diretti, al petto. Il terzo alla spalla e, da lì, al viso. A nulla sono valsi i tentativi disperati di rianimarla da parte dei sanitari del 118 che hanno anche richiesto l’intervento dell’eliambulanza, arrivata sui cieli elpidiensi poco dopo. La donna sarebbe morta sul colpo.

Giuseppe Valentini

Coniugi che, stando alle informazioni subito raccolte dai militari dell’Arma guidati dal comandante della compagnia di Fermo, il capitano Roland Peluso, non hanno mai avuto alcun dissidio. Nessuna denuncia, nessun intervento richiesto in passato  alle forze dell’ordine. Il primo ad intervenire, oggi pomeriggio, nella stanza della tragedia, è stato il figlio che, uditi i colpi dalla palazzina a fianco, dove abita, si è precipitato in casa dei genitori. E lì l’agghiacciante scoperta. I carabinieri hanno fermato Giuseppe Valentini. L’uomo, dopo un rapido controllo sanitario, è stato trasferito in caserma. Giuseppe Valentini, dopo essere stato ascoltato dai carabinieri ed aver confessato, è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X