facebook rss

Svincolo ‘Fabriano Centro’
Stroppa: «Con i soldi del terremoto»

FABRIANO - «In Italia solo il Comune di Fabriano è sprovvisto di una uscita Centro dalla superstrada». Il consigliere Forza Italia propone una commissione composta da tutte le forze politiche per studiare la realizzazione dello svincolo
Print Friendly, PDF & Email


 

Olindo Stroppa, Consigliere FI

Un ordine del giorno da discutere nel prossimo Consiglio Comunale che indica come possibile la realizzazione dell’uscita della superstrada Fabriano Centro. Lo presenta Forza Italia “per eliminare pericoli e meglio distribuire il traffico automobilistico”. Questa volta, sostiene Olindo Stroppa consigliere FI, i soldi ci sono e derivano dai fondi del Sisma 2016. Sarebbero soldi a fondo perduto che secondo il consigliere possono essere usati per realizzare opere viarie nelle zone del cratere sismico. Era stato chiesto con insistenza da un gruppo di cittadini, a cui era stato risposto dall’assessorato che non era una priorità, ma ora è formalzzato da un gruppo consiliare con una possibile base economica. «Se perdiamo questo contributo difficilmente avremo in futuro i soldi per realizzare questa opera – ci dice Stroppa –  e penalizzeremo la nostra città e i suoi abitanti di una importante infrastruttura utile sia per i residenti che per i turisti che oggi si vedono costretti per raggiungere il centro città a percorrere molti chilometri di strada soprattutto quella che porta all’uscita ovest non adatta a sopportare tale traffico e pericolosa». La sorpresa di Stroppa: «in Italia solo il Comune di Fabriano è sprovvisto di una uscita Centro dalla superstrada (strada extraurbana a carattere principale)».  Il consigliere FI ha presentato il 22 maggio questo ordine del giorno sostenendo che l’uscita “Fabriano Centro” sia basilare per migliorare il traffico e superare «il pericolo nelle strade interne come Via Dante, Viale Zonghi, Via Moccia, Viale Antonio Gramsci, Viale XIII Luglio e Viale Stelluti Scala aumentato esponenzialmente con incremento di incidenti stradali», e sostenendo nel documento «che lo svincolo può essere realizzato immediatamente, perché non è un opera impattante e non ha bisogno di strumenti attuativi».
Il Comune di Fabriano, si legge nell’ordine del giorno di Stroppa, «essendo stato inserito nel cosiddetto cratere sismico, ha la possibilità di ottenerne benefici fra cui quello per la realizzazione, a fondo perduto, di importanti strutture stradali di ausilio ed aiuto alla viabilità e a vantaggio della sicurezza di tutti i cittadini».

Nell’ordine del giorno si chiede infine «l’urgente costituzione di una commissione paritaria formata dal capogruppo di ogni forza politica presente al Consiglio Comunale al fine di attivarsi  per la messa in atto di tutti gli strumenti necessari per la realizzazione dello svincolo Fabriano Centro».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X